Sabato 07 Dicembre11:20:23
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Vita da backpacker: il mio itinerario di viaggio alla scoperta dell'Italia e delle isole zaino in spalla

Il racconto di Isabella del prossimo itinerario nelle meravigliose isole

Turismo Nazionale | 18:22 - 28 Giugno 2019 Traghetto, foto di repertorio Traghetto, foto di repertorio.

Buongiorno a tutti, sono Isabella e oggi ho deciso di raccontarvi il mio prossimo itinerario di viaggio che mi permetterà di scoprire i luoghi più belli della nostra Penisola ma non solo. In passato mi sono sempre fermata alla terraferma ma questa volta ho deciso di andare a scoprire il fascino delle nostre meravigliose isole, sempre zaino in spalla e all'avventura! Partirò quindi dalla Lombardia e approderò dopo due settimane di viaggio e tappe intermedie in Sicilia, passando prima per la mia amatissima Sardegna. Quest'estate non volevo proprio farmi mancare nulla e anche se inizialmente mi spaventava l'idea di dover prendere il traghetto, devo ammettere che pensavo avrei speso molti più soldi per il viaggio via mare. Per risparmiare ho prenotato su www.traghettifacile.it: un portale che vi consiglio perché fatto molto bene e ricco di offerte molto interessanti. Ma torniamo a noi: ecco come ho organizzato il mio viaggio da backpacker e quale itinerario seguirò durante le mie due settimane di ferie. 

LOMBARDIA - LIGURIA - TOSCANA Per la prima parte del mio viaggio zaino in spalla ho scelto due regioni che amo da sempre e che mi hanno regalato emozioni uniche in diverse occasioni: la Liguria e la Toscana. Partirò quindi da Milano e arriverò con il treno fino a La Spezia, dove potrà finalmente andare a scoprire le Cinque Terre. Me ne hanno sempre parlato molto bene ma non ho mai avuto la fortuna di visitare questo tratto di costa quindi ho deciso di approfittarne, sperando di non trovare troppi vacanzieri. Mi fermerò in Liguria giusto il tempo di assaporare le Cinque Terre: ho prenotato un albergo per 2 giorni in modo da fare con calma. Dopodiché, prenderò nuovamente il treno per arrivare nella meravigliosa Toscana. Questa regione la conosco ormai benissimo, quindi ho deciso di non fermarmi troppo tempo anche perché era difficile organizzare i vari spostamenti all'interno. Arriverò dritta a Livorno, che sarà il punto di partenza del mio primo traghetto diretto in Sardegna. Avrò quindi giusto il tempo di mangiare un bel caciucco e poi via, zaino in spalle alla volta dell'isola! 

DALLA TOSCANA ALLA SARDEGNA Per raggiungere la Sardegna da Livorno ho prenotato il traghetto che arriva ad Olbia: un porto strategico perché si trova vicino alla Costa Smeralda e quindi potrò arrivare facilmente nella zona più bella e rinomata dell'isola. Mi fermerò da queste parti per alcuni giorni, in modo da potermi godere lo splendido mare della Sardegna e ricaricare le energie per proseguire il viaggio alla scoperta dell'altra splendida isola italiana: la Sicilia. 

DALLA SARDEGNA A NAPOLI Una volta terminata la mia mini vacanza in Costa Smeralda, ho deciso di partire da Cagliari in modo da poter vedere anche questa parte dell'isola. Il treno mi porta da Olbia a Cagliari senza cambi e in circa 3 ore arriverò a destinazione. Mi rilasserò e visiterò la città per qualche ora, dopodiché partirò nuovamente zaino in spalla per abbandonare l'isola. Ho prenotato il traghetto che va da Cagliari a Civitavecchia perché è particolarmente vantaggioso: farò la traversata di notte, così potrò guadagnare tempo durante il giorno per le visite e per ammirare i paesaggi. Una volta arrivata a Civitavecchia ripartirò alla volta di Napoli. Anche in questo caso c'è il treno e a dire la verità devo ancora decidere se fermarmi a Roma oppure proseguire diritta verso la città partenopea. A Napoli mi fermerò alcuni giorni perché voglio avere il tempo di visitarla senza troppa fretta e di respirare l'atmosfera di questa meravigliosa città.

DA NAPOLI ALLA SICILIA Da Napoli, ho prenotato il traghetto per arrivare diretta a Palermo. Anche in questo caso ho optato per questa soluzione perché molto meno dispendiosa di quello che potevo immaginare. Alla fine se prenotate il traghetto online approfittando delle varie offerte potete risparmiare davvero moltissimo quindi vi consiglio di andare sul portale che vi ho consigliato. Io, personalmente, mi sono trovata benissimo e ho già ricevuto i biglietti con le prenotazioni confermate. Il traghetto mi condurrà a Palermo e naturalmente mi fermerò proprio in questa città d'arte per qualche giorno perché mi hanno detto che merita moltissimo. La Sicilia però è un'isola meravigliosa e ho deciso di approfittarne anche per trascorrere qualche giorno al mare. Quest'ultima parte del mio itinerario è ancora leggermente dubbia perché il mio intento sarebbe quello di andare a Favignana ma devo organizzare al meglio gli spostamenti. 

IL RITORNO: DA PALERMO A GENOVA Per quanto riguarda il ritorno, ero parecchio indecisa perché di traghetti ce ne sono davvero moltissimi ma alla fine ho optato per quello che conduce direttamente a Genova. Le ore di viaggio sono parecchie (circa 20 in totale) ma la compagnia è la Grandi Navi Veloci ed è dotata di cabine molto comode e di qualsiasi comfort. Ho deciso di sperimentare anche la traversata più lunga perché alla fine è comodissima e nemmeno sapevo che esistesse la possibilità di arrivare dalla Sicilia a Genova in traghetto! Vi farò sapere com'è andata!