Sabato 20 Luglio17:01:24
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tre senologi romani all'ospedale Franchini di Santarcangelo per apprendere la tecnica del verde indocianina

La tecnica è usata dal dottor Domenico Samorani per trovare i linfonodi sentinella nei tumori mammari

Attualità Santarcangelo di Romagna | 14:15 - 25 Giugno 2019 La facciata dell'ospedale di Santarcangelo (foto di repertorio) La facciata dell'ospedale di Santarcangelo (foto di repertorio).

Nuovo, importante riconoscimento per l’ospedale di Santarcangelo di Romagna in arrivo direttamente da Roma. Da questa mattina infatti (martedì 25 giugno) tre chirurghi senologi del Policlinico “Gemelli” di Roma sono al “Franchini” per apprendere la metodica dell’uso del verde indocianina nella localizzazione del linfonodo sentinella nei tumori mammari, utilizzata dal dottor Domenico Samorani. Tra gli esperti in visita c’è anche Giorgia Garganese, nuova responsabile di Ginecologia oncologica del Gemelli, arrivata su mandato del Centro integrato di senologia del Policlinico universitario diretto dal professor Renato Masetti, ordinario di Semeiotica chirurgica presso l’università cattolica del “Sacro Cuore” di Roma.

L’iniziativa potrebbe portare anche alla partecipazione dell’ospedale di Santarcangelo ad importanti progetti di ricerca multicentrici realizzati insieme alla struttura capitolina e ad altre. La metodica del verde indocianina è infatti uno degli elementi più qualificanti dell’attività diagnostica e chirurgica che si svolge presso al nosocomio di Santarcangelo e consente una diagnostica altamente efficace, ed estremamente meno invasiva, rispetto ai metodi classici, per le donne malate.