Domenica 13 Ottobre22:56:32
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio, mister Lorenzo Magi sui banchi di Coverciano: prende il patentino di match analyst

Sosterrà l'esame ad agosto. Il corso è stato istituito dalla Federcalcio nel 2018. E' tra i pochi in Romagna

Sport Rimini | 11:55 - 18 Giugno 2019 Lorenzo Magi impegnato durante una prova al corso di match analyst al corso di Coverciano Lorenzo Magi impegnato durante una prova al corso di match analyst al corso di Coverciano.

Ad agosto sosterrà l'esame a Coverciano e potrà prenderà il patentino federale di match analyst, la figura istituita nel 2018 dalla FIGC. Sarà uno dei pochissimi usciti dai banchi di Coverciano. Parliamo del tecnico Lorenzo Magi.
Classe 1973, laureato in Scienze Motorie, Magi è stato per un decennio nel settore giovanile del Rimini e per un lustro tecnico nel settore tecnico della Federcalcio sammarinese: due Europei con la Nazionale Under 17 e ha guidato l’Under 16. Il corso di tre settimane, dedicato alla formazione e certificazione del video analista tattico - figura professionale sempre più importante e richiesta dalle società calcistiche - si è svolto tra febbraio e marzo con relatori prestigiosi in cattedra: tra gli altri Viscidi, Albertini, Di Biagio. 

“In sede di esame nel tempo di otto ore  dovrò realizzare un filmato sugli elementi essenziali di una partita che devono essere utili al capo allenatore - spiega Magi - in futuro si analizzeranno anche in diretta, mentre addirittura si sta giocando o nell’intervallo, per capire gli errori o le situazioni tattiche”.

Magi, meglio allenatore o match analyst?

“Quella di  match analyst è una figura nuova, che mi intriga molto. All’estero esiste da tempo. Ad Hoffenheim, in Germania, allo stadio per gli allenamenti c’è uno schermo gigante su cui il tecnico analizza i video della partita. In serie A e B in Italia è ormai consolidata: l’Inter, per fare un esempio, ne ha cinque; il Milan ne vuole inserire uno per ogni squadra del settore giovanile. Tra i più conosciuti ci sono i  figli di Ancelotti, Maran e Scirea. Ora fa capolino anche in serie C. E’ chiaro che per intraprendere questa carriera è necessario essere molto affiatato con un allenatore”.

Le sue soddisfazioni più grandi?

“L’imbattibilità per due anni della mia Under 16 sammarinese. Siamo caduti in casa contro l’Italia. Inoltre, aver contribuito alla crescita nel Rimini di Filippo Romagna ora al Cagliari e in azzurro, di Bussaglia e di Berardi”.

Magi, che farà la prossima stagione?

"La Federcalcio di San Marino, che in questa stagione mi ha affidato la Under 14, mi ha proposto il ruolo di coordinatore tecnico dell'attività di base. Stiamo definendo i dettagli".
Stefano Ferri