Martedì 22 Settembre22:36:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Volley A2 femminile, la giovane schiacciatrice De Bellis alla Omag: è tricolore Under 18

La pesarese classe 2001 ha militato in serie B1 e B2 col Volleyrò di Casal de Pazzi di Roma

Sport San Giovanni in Marignano | 11:19 - 18 Giugno 2019 La schiacciatrice Linda De Bellis di Pesaro, classe 2001, cm 190. La schiacciatrice Linda De Bellis di Pesaro, classe 2001, cm 190..

Un’altra giovane promettente alla corte di coach Saja. Si tratta dell'opposto/schiacciatrice Linda De Bellis di Pesaro, classe 2001, cm 190. Cresciuta nelle giovanili del Volley Pesaro, a soli 12anni, si aggiudica subito l’MVP nel torneo “Easter volley”. Dal 2014 al 2016, sempre con il volley Pesaro, partecipa ai campionati di serie C, U16 e U18. 

Nel 2016, al trofeo delle regioni vince la classifica come miglior realizzatrice militando nella rappresentativa delle Marche. Sarà il suo trampolino di lancio perché in quell’occasione arrivano proposte da vari selezionatori di diverse società. La sua scelta ricade sul Volleyró Casal de Pazzi di Roma. Intanto arriva anche la convocazione dal ct Marco Mencarelli per partecipare a degli stage di allenamento nella Nazionale U17.

Nella stagione 2016/17 partecipa al campionato di serie B2 e si laurea vicecampionessa d’Italia con la U16. Nelle due stagioni successive sempre con il Volleyrò partecipa al campionato di serie B1 e solo qualche giorno fa si laurea campione d’Italia nella categoria U18.

Linda De Bellis, cosa ti ha portato a scegliere la Omag?

“Ho scelto , tra le varie proposte ricevute , la Omag perché ho fatto due giorni di allenamento in aprile dove ho trovato un ambiente molto professionale e allo stesso tempo stimolante positivo e famigliare. Sono molto felice di poterne far parte” .

Sei contenta di riavvicinarti alla tua Pesaro? 

“Si sono contenta , dopo tre anni fuori casa faró fatica a riambientarmi ma so che le persone che mi stanno attorno mi aiuteranno a farlo.”

Squadra nuova, colleghe nuove e soprattutto tifosi nuovi.

“Per quanto riguarda le mie colleghe so che hanno tutte più esperienza di me e confrontarmi con loro mi permetterà di imparare e crescere . Ho saputo che c’è un tifo molto caloroso e appassionato e anche per questo non vedo l’ora di iniziare la stagione per conoscerlo” .