Marted́ 29 Settembre02:10:42
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Litiga furiosamente con il fratello e si scaglia contro di lui e gli agenti: in manette 49enne

Minacce di morte anche nei confronti del padre e dello zio

Cronaca Rimini | 09:32 - 16 Giugno 2019 Una volante della Polizia durante il servizio Una volante della Polizia durante il servizio.

Totalmente fuori di sé, durante una lite con il fratello, aggredisce e minaccia gli agenti intervenuti per sedare la lite e finisce in carcere: è accaduto sabato mattina, verso le 9, a Rimini, in via Giambattista Vico dove due volanti della Polizia sono state fatte intervenire. Qui da subito hanno notato uno scooter a terra e si sono recati nell’appartamento dell’uomo che aveva richiesto il loro intervento. Con gli agenti però è salito anche suo fratello, 49enne, riminese, con precedenti per guida in stato di ebbrezza e possesso di stupefacenti per uso personale, che, appena entrato in casa, si è scagliato contro di lui tentando di colpirlo. Con fatica i poliziotti hanno cercato di sedare la rabbia del 49enne che ha continuato a tentare di colpire e a minacciare il congiunto, a tal punto che è stato condotto in un’altra stanza anche per capire le motivazioni della lite. Ma la rabbia dell’uomo a quel punto si è riversata verso gli agenti, uno dei quali ha schivato un colpo al volto, lo ha immobilizzato e lo ha ammanettato. L’uomo, che era, per sua ammissione, ubriaco, in considerazione delle minacce di morte che aveva proferito anche al padre e allo zio, oltre che al fratello, e dell’aggressione all’agente, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per minacce gravi ai familiari.