Mercoledý 19 Giugno03:07:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Artisti in piazza a Pennabilli, dalle 15 ripartono gli spettacoli

Ecco il programma della seconda giornata, 57 compagnie internazionali si esibiscono in 27 punti spettacolo

Eventi Pennabilli | 13:45 - 14 Giugno 2019 Uno show dedicato ai personaggi Braccio di Ferro e Olivia Uno show dedicato ai personaggi Braccio di Ferro e Olivia.

Nei quattro giorni di festival, dal primo pomeriggio fino a tarda notte, Pennabilli accoglie 57 compagnie internazionali di teatro, musica, nouveau cirque, danza, clownerie, teatro di figura che si esibiscono in 27 punti spettacolo dislocati negli angoli più suggestivi del centro storico di Pennabilli (Emilia Romagna, Rimini, Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, patria elettiva del maestro Tonino Guerra) e negli Chapitaux dell'area Palacirco.

Artisti in Piazza si distingue, oltre che per la qualità e la varietà di discipline ed espressioni artistiche, anche per la pluralità di provenienze degli artisti e la conseguente ricchezza di spettacoli, che unite all'alto numero di location, danno la possibilità di elaborare un fitto programma che arriva a circa 400 repliche ad edizione, con debutti nazionali e internazionali che attirano migliaia di spettatori da tutta Europa (circa 40.000 presenze ogni edizione).

La seconda giornata della kermesse prevede 74 spettacoli a partire dalle ore 15.00.
Fino all’una di notte nel centro storico di Pennabilli si ha la possibilità di viaggiare in mondi lontani e vivere in piccoli angoli di magia. Concerti e dj set continueranno invece fino alle 03.00 nell’area denominata Palacirco.

Lo spettacolo più atteso Moby Dick del Teatro dei Venti andrà in scena alle 21.30 in Piazza Montefeltro. Un evento unico ed irripetibile che nasce con l’idea di entrare in relazione con le comunità locali che lo ospitano cercando di spingere ad una riflessione filosofica sull’ignoto.Il regista Stefano Tè ha lavorato infatti con i bambini di Pennabilli e dintorni e con il coro locale CCTP – Canta Che Ti Passa che condivideranno la scena con i 30 attori, tecnici e musicisti professionisti della compagnia. L’ambientazione marinaresca ed epica del romanzo di Melville, incontra il suono arcaico delle botti della tradizione campana, in un lavoro costituito dalla riflessione filosofica sull’ignoto, dalla contaminazione tra linguaggi da occidente a oriente e dall’uso di grandi macchine teatrali.

Alle 15.45 e alle 21.45 si esibiranno i Banjo Circus dalla Svizzera, un duo specializzato in diverse discipline, fra cui performance con banjo, corpo a corpo, equilibrio, giocoleria, frusta, monociclo, equilibrio su scala, lazo, manipolazione di cappello e contorsione. Uno spettacolo pensato per l’intera famiglia.

Per la sezione musica segnaliamo gli Henge, gruppo inglese che si esibirà alle 22.45 presso i Giardinetti di Via Roma. Riconducibili alla musica dance elettronica, al progressive e alla psichedelia, propongono un crossover di stili che loro stessi definiscono cosmic dross, scorie cosmiche. Autentici animali da palcoscenico, i loro live sono una esplosione di divertimento fino all'euforica conclusione.
 
Per quanto riguarda il cantautorato italiano, segnaliamo Lorenzo Kruger, cantante e autore di tutte le canzoni dei Nobraino, che ha all’attivo più di mille concerti, 6 dischi e presenze su tutti i palchi della scena italiana. Le sue performance come frontman della band sono note per essere fuori dagli schemi. In questo spettacolo, Kruger si immobilizza al pianoforte proponendo le sue canzioni in modo inedito, ripulite da qualsiasi arrangiamento e postura scenica.
 
Da non perdere Natural Theatre Company un collettivo di artisti specializzato in spettacoli walkabout: rappresentazioni itineranti in cui personaggi incantevoli vagano e si fondono con il pubblico. Uno spettacolo di strada interattivo di una compgnia storica inglese. (h.16.30, 18.45, 22.00)
 
Sempre per il teatro di strada, Murmuyo dal Cile (h.20.45). L’artista intende costruire uno spettacolo teatrale e circense al contempo. Fisura mette in atto provocazione e intuizioni dirompenti “riposizionando” il pubblico rendendolo il protagonista della serata, riuscendo nei suoi intenti e andando anche oltre. Un teatro di strada diretto da un attore che fa uso di tecniche mimiche unite ad una grande dose di immaginazione.
 
Il circo contemporaneo in questa giornata è rappresentato da Les Frères Troubouch, duo dalla Francia e Belgio che presentano uno spettacolo pirotecnico e confuso. 45 minuti adatti a qualsiasi tipo di pubblico con acrobazie, umorismo e canzoni. (h. 19.15)
 
Torna al Festival anche l’amico Roberto Mercadini con un monologo di 45 minuti sull’innovazione tecnologica, partendo dal passato e toccando il futuro. (h. 18.15)
 
Per il teatro di figura segnaliamo lo spettacolo dei Merlin Puppet Theatre (h. 17.00 a numero limitato, prenotazione gratuita presso l’Infopoint). In Noone’s Land il sogno, la creatività e il potere dell’immaginazione si oppongono alla realtà il tutto osservato attraverso gli occhi di una creatura sola, senza orizzonte né possibilità di fuga da un’ambiente che non ha scelto. Apre gli occhi e scopre il mondo. Si sente deluso. E poi sceglie di migliorare le cose. Tiene duro e tutto comincia ancora da capo.
 
Dal Belgo i Sitting Duck: una compagnia che utilizza lo slapstick attraverso una serie di micro situazioni comiche, inserite in uno scenario incentrato sul caos e il fallimento. Anche il finale a sorpresa svolge un ruolo importante nello spettacolo. Cadute, incidenti, giocoleria e manipolazione degli oggetti aggiungono un tocco spettacolare alla performance. (h.15.00, 19.15)
 
Per quanto riguarda il proseguo della serata nell’area Palacirco, dalle 2.00 suonerà il nostro storico resident DJ Luigi Valentini con il suo nuovo progetto ScalOnMars. Una selezione musicale che ha come centro l'omonimo EP uscito il 18 marzo 2019 e che è frutto di un'idea-esperimento: quella di assemblare sample e campioni analogici tradizionali in chiave dance.