Domenica 16 Giugno07:15:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Stop alla plastica in mare, le soluzioni al centro di un convegno a Rimini

Lungo l'elenco dei relatori, incluso il presidente della giunta regionale Stefano Bonaccini

Attualità Rimini | 15:48 - 13 Giugno 2019 Plastica in mare (foto di repertorio) Plastica in mare (foto di repertorio).

Sabato 15 giugno dalle 10 si svolgerà a Rimini (Sala del Buonarrivo, sede della Provincia di Rimini in Corso d'Augusto 231) un incontro dal titolo “Plastica in... rete”, un'occasione per fare il punto sui danni che la plastica nel nostro mare produce sulla salute degli animali e dell'ambiente e per individuare pratiche virtuose per arginare questo fenomeno.

Sarà sabato mattina, a partire dalle 10, il convegno organizzato da Marevivo, Alleanza delle Cooperative italiane – Coordinamento nazionale del settore della pesca, AMA Associazione Mediterranea Acquacoltori e con il patrocinio del Comune di Rimini per parlare dello stato del nostro mare Adriatico in merito al problema della plastica, della nuova legge che consente ai pescatori di portare a terra (per essere smaltita) la plastica che raccolgono in mare e, infine, per mettere assieme attorno a un tavolo i soggetti che a vario titolo operano in mare.

I RELATORI. Dopo i saluti del sindaco di Rimini Andrea Gnassi, interverranno: Pietro Micheli (Comandante Capitaneria di Porto), Rosalba Giugni (presidente Marevivo), Giampaolo Buonfiglio (presidente Aci Pesca, Alleanza delle Cooperative), Giuseppe Prioli (presidente Ama, Associazione Mediterranea Acquacoltori), Mirko Regazzi (Direttore Servizi ambientali Hera Spa), Sauro Pari (presidente Fondazione Cetacea), Francesca Ronchi (ricercatrice Ispra), Giancarlo Cevoli (Presidente “Cooperativa Lavoratori del Mare” di Rimini), Tomas Parenti (Comandante imbarcazione Levriero II), Rosalba Giugni, Giampaolo Buonfiglio e Giuseppe Prioli.

Interverrà il presidente della giunta regionale Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e le conclusioni saranno affidate all’assessore all'ambiente Paola Gazzolo, all’assessore all’agricoltura e pesca Simona Caselli.