Sabato 24 Agosto09:58:54
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Due morti nella valanga, chiesto rinvio a giudizio per sei istruttori del Cai Romagna

Tra gli indagati c'è anche un 46enne residente a Rimini

Attualità Rimini | 17:20 - 12 Giugno 2019 I soccorsi dopo la valanga a Pila (foto Ansa) I soccorsi dopo la valanga a Pila (foto Ansa).

Il pm Eugenia Menichetti ha chiesto il rinvio a giudizio dei sei istruttori Cai accusati di disastro e omicidio colposi per la valanga che il 7 aprile 2018, sul Colle di Chamolé, vicino a Pila, uccise due scialpinisti - Roberto Bucci, 28 anni di Faenza, e Carlo Dall'Osso (52), istruttore Cai di Imola - durante un'escursione programmata del corso avanzato di scialpinismo della scuola Cai 'Pietramora' (delle sezioni di Cesena, Faenza, Forlì, Imola, Ravenna e Rimini). L'udienza il 23 ottobre. L'attraversamento del colle fu per la procura "commesso con negligenza, imprudenza e imperizia" a causa "della presenza di pendii esposti al rischio valanghe". Tra gli indagati c'è anche un 46enne di Chiaravalle, residente a Rimini.