Domenica 18 Agosto08:01:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Anche Cattolica sperimenterà l'uso di monopattini elettrici

Si punta ad incentivare spostamenti sempre più ecologici, silenziosi, agili nel traffico e soprattutto apprezzati da giovani e lavoratori

Attualità Cattolica | 15:01 - 12 Giugno 2019 Monopattino elettrico (foto di repertorio) Monopattino elettrico (foto di repertorio).

Cattolica in prima fila per la «micromobilità elettrica». Il nuovo trend della smart mobility nelle aree urbane sono i mezzi elettrici: monopattini, hoverboard, skateboard e molto altro. Nei giorni scorsi il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli ha firmato il decreto che regola come e dove potranno circolare i nuovi mezzi. L'Amministrazione Comunale cattolichina ha deciso di attivarsi per divenire Comune sperimentatore, così come previsto dal Decreto, perché già da questa estate la micromobilità elettrica nella Regina sia realtà. È stato chiesto agli uffici di ottemperare nel più breve tempo possibile agli adempimenti necessari in modo da avviare già da questa estate la sperimentazione: il Decreto prevede una durata minima di 12 e massima di 24 mesi per i test. Si punta anche a Cattolica, dunque, ad incentivare spostamenti sempre più ecologici, silenziosi, agili nel traffico e soprattutto apprezzati da giovani e lavoratori.

COME FUNZIONA. Il modello di riferimento utilizzato in Italia è quello spagnolo: in città come Madrid i monopattini elettrici sono ormai una realtà consolidata. Percorsi più fluidi per monopattini con motore, segway (monopattini con due ruote parallele), monowheel (a ruota singola) e hoverboard (piattaforma con due ruote). Nelle aree pedonali si potranno usare tutte e quattro le tipologie di mezzi, senza superare però i sei chilometri all’ora. Monopattini e segway hanno l’ok anche per i percorsi ciclo-pedonali, le piste ciclabili e le zone 30, ma limitando la velocità ai 20 chilometri orari. Non sarà inoltre necessario indossare il casco per guidarli, né essere in possesso di un contrassegno assicurativo o di una targa. Particolare attenzione alle regole per la notte: tutti i mezzi dovranno avere una luce anteriore e una posteriore per circolare e chi userà monopattini o segway dovrà ricordarsi di indossare anche bretelle o giubbotto retroriflettente. Il «patentino» o la maggior età sono i requisiti base per guidare i veicoli.

LA REGINA LUOGO IDEALE. “Per le caratteristiche del suo territorio – spiega il Primo cittadino, Mariano Gennari – Cattolica si presenta come città ideale per svolgere i test. Le dimensioni del centro cittadino consentirebbero di monitorare al meglio l’utilizzo di questi nuovi mezzi elettrici. La Regina città sempre più internazionale ed all'avanguardia. All'estero, infatti, questi mezzi stanno rivoluzionando il modo di intendere la mobilità tra i giovani e non solo. Una scelta sostenibile che va a beneficio anche dell’ambiente”.