Marted́ 16 Luglio17:03:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Da Rimini a Perugia: 420 km a piedi e in bici per Rimini Ail, torna "Correre per sperare"

Dal 14 al 16 giugno quattro atleti portacolori della speranza contro le leucemie-linfomi e mielomi

Attualità Rimini | 11:15 - 12 Giugno 2019 De Paola e Gabrielli durante l'allenamento De Paola e Gabrielli durante l'allenamento.

420 km: è la distanza che separa Rimini da Perugia, città famosa per la cioccolata. Ad unire idealmente le due città (ma anche San Marino sede di Aslem, e Arezzo città natale del Guido “inventore” della moderna notazione musicale) è la nuova avventura non solo sportiva “Correre per Sperare”: quattro “portacolori” della speranza percorreranno la distanza che separa le tre città a piedi, anzi di corsa, e in bicicletta nell’arco di tre giorni, dal 14 al 16 giugno.

Torna anche quest’anno l’iniziativa di solidarietà e promozione sostenuta da RiminiAIL Correre per Sperare (giunta alla IV edizione) che prevede una staffetta ciclo-podistica con tappe nelle città con sezioni AIL lungo il percorso Rimini-Arezzo-Perugia (e scambio reciproco di doni).

L’evento 2019 partirà da Rimini venerdì 14 giugno per fare ritorno all’ombra dell’Arco di Augusto domenica 16.

Il primo giorno, il percorso prevede la partenza alle ore 9.30 da piazzale Croce (zona bagni 58-61). L’avventura non solo sportiva si dirigerà verso San Marino con il passaggio presso la sede dell’ASLEM (associazione “gemella” dell’AIL per il territorio sammarinese), che quest’anno sostiene l’iniziativa. In serata è previsto l’arrivo a Perugia, dove i quattro “portacolori” di “Correre per Sperare” saranno accolti.

Sabato 15 giugno è prevista la tappa Perugia-Arezzo. Domenica 16 si ritorna a Rimini: intorno alle 17, presso il Lido San Giuliano, è prevista l’accoglienza e la grande festa finale. Come sempre, è rivolto a tutti l’invito di potersi aggregare nella corsa a piedi o in bicicletta, anche per brevi tratti.

I protagonisti sportivi dell’iniziativa saranno il podista Loris De Paola e il ciclista Matteo Gabrielli (entrambi santarcangiolesi), a cui si uniscono quest’anno Gianluca Ciorciari (podista di Santarcangelo) e Antonio Oro (leccese, triatleta, testimonial nazionale per eventi sportivi AIL).

Durante il tragitto, gli sportivi indosseranno una speciale maglietta realizzata per l’occasione.