Marted́ 17 Settembre23:46:20
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

A Rimini si va al mare con gli amici a 'quattro zampe': firmata l’ordinanza

Si amplia di mezz’ora la fascia di accesso serale per un tuffo con i propri cuccioli

Attualità Rimini | 10:41 - 08 Giugno 2019 Cane in spiaggia Cane in spiaggia.

Mezz’ora in più al tramonto per fare un tuffo in acqua con i propri amici a ‘quattro zampe’. E’ stata firmata anche quest’anno l’ordinanza che disciplina la balneazione dei cani in spiaggia, che sarà consentita negli stabilimenti balneari che ne fanno richiesta e che si strutturano secondo le stesse modalità già previste nell’ordinanza del 2018.
La novità di questa stagione è l’allungamento della fascia oraria di accesso, voluta per ampliare i servizi a disposizione di chi frequenta la spiaggia in compagnia dei propri animali d’affezione. Gli animali quindi potranno entrare in acqua esclusivamente nella prima mattina, dalle 6 alle 8 o di sera dalle 19 (e non più alle 19.30 come lo scorso anno) fino alle 21: un anticipo della fascia serale deciso in seguito alle diverse richieste arrivate sia dagli operatori di spiaggia sia da tanti turisti che sempre più spesso scelgono di andare in vacanza con gli amici a ‘quattro zampe’ al seguito.
L’ordinanza, disciplinata da appositi provvedimenti adottati dall’AUSL e frutto di un percorso condiviso con gli operatori di spiaggia, regola non solo gli orari ma anche gli spazi in cui la balneazione degli animali è consentita. La possibilità di destinare uno specchio d’acqua ai cani infatti è riservata ai titolari degli stabilimenti balneari che già dispongono di aree attrezzate per l’accoglienza a loro dedicata. L’area di balneazione dovrà essere individuata nello specchio d’acqua antistante lo stabilimento, dovrà essere delimitata da boe e adeguatamente segnalata. Ai proprietari spetterà il compito di garantire con la propria presenza la sorveglianza dell’animale che dovrà essere accompagnato in acqua con l’ausilio del guinzaglio, non lasciandolo mai incustodito o libero di vagare. I bagnini invece saranno chiamati ad assicurare il rispetto delle regole oltre ad ottemperare alle prescrizioni previste da Ausl e Comune per l’allestimento delle aree attrezzate per l’accoglienza dei cani. In questo senso non mancheranno i controlli, effettuati tra gli altri anche dalla Polizia Municipale e dalle Guardie Ecologiche Volontarie, oltre che per il rispetto di orari e zone, anche sulla pulizia e il decoro sia dello specchio acqueo sia degli spazi dell’arenile a disposizione degli animali.
“Rimini è storicamente una spiaggia pet-friendly, tanto che sono numerosi gli stabilimenti che già da diversi anni sono attrezzati per offrire un servizio di qualità ai bagnanti che non si separano dai propri animali – sottolinea l’assessore al Demanio Roberta Frisoni -  L’opportunità di consentire la balneazione anche ai cani va in questa direzione: rispondere ad una domanda proveniente da una fetta sempre più ampia di cittadini e turisti, garantendo sicurezza e tranquillità ai tutti i frequentatori della spiaggia. La sperimentazione della scorsa stagione è stata positiva e ci ha spinto a riconfermare l’ordinanza, che crediamo sia un giusto equilibrio tra le molteplici esigenze delle centinaia di migliaia di persone che frequentano la nostra spiaggia, non a caso considerata tra le più accoglienti al mondo”.
Si ricorda che l’accesso ai servizi di spiaggia e alla balneazione, negli orari e nei modi indicati in ordinanza, è consentito solo agli animali i cui padroni hanno provveduto ad effettuare l’apposita registrazione presso lo stabilimento balneare, così come previsto dall’ordinanza balneare regionale e dai provvedimenti emanati dall’AUSL.