Marted́ 25 Giugno22:53:34
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Studenti a scuola dai pescatori a bordo della Motonave Queen Elisabeth

Tre classi delle primarie sono state premiate con un’uscita in mare

Attualità Cattolica | 15:05 - 07 Giugno 2019 Uscita in mare sulla motonave Queen Elisabeth Uscita in mare sulla motonave Queen Elisabeth.

A Cattolica si sono svolti nei giorni scorsi due importanti eventi promossi dal Flag Costa Emilia-Romagna, gruppo di azione locale attivo nel settore della pesca con una strategia unitaria e condivisa per lo sviluppo della pesca e dell’acquacoltura da Goro fino a Cattolica. 

Giovedì 6 giugno gli studenti e le studentesse della classi della scuola primaria IV A Ada Negri di Cesenatico, IV B Federico Fellini di Rimini e III A Primaria Ilario Fioravanti di Savignano sul Rubicone, hanno salpato il mare dal porto di Cattolica a bordo della Motonave Queen Elisabeth, dopo essersi aggiudicati le uscite premio del concorso Impariamo con i pescatori – classe di concorso dedicata alle scuole primarie - promosso a conclusione del progetto Impariamo con i pescatori – L’oro azzurro dell’Adriatico: percorsi didattici per conoscere i luoghi e le risorse del nostro mare, delle valli e delle lagune, finanziato con fondi Feamp dal Flag Costa dell’Emilia Romagna e coordinato dal Gal Delta 2000.

79 classi delle scuole primarie, secondarie di primo grado e secondarie di secondo grado  dell’area territoriale del Flag hanno partecipato, nel corso dell’anno scolastico 2018/2019, alle attività del progetto didattico finalizzato a  promuovere la conoscenza del Mare e delle Marinerie della costa dell’Emilia-Romagna e a sensibilizzare studenti e studentesse su temi oggi fondamentali quali la  biodiversità dei nostri luoghi della pesca, l’importanza di una sana e corretta alimentazione integrata da prodotti ittici locali e la rilevanza delle attività economiche e produttive legate a pesca e acquacoltura.

Il percorso didattico, a cura di Atlantide Soc. Coop Sociale di Cervia, con la collaborazione di Cooperativa M.a.r.e. di Cattolica e della società di servizi Aqua di Porto Tolle, si è concluso con un’iniziativa a premi alla quale le singole classi hanno aderito attraverso la produzione di un elaborato finale, in forma scritta, grafica o multimediale, volto a rappresentare le conoscenze apprese nel corso del progetto e le azioni virtuose da adottare per tutelare e valorizzare la ricca biodiversità dei nostri mari e delle nostre lagune.

Le 3 classi vincitrici, classe di concorso dedicata alle scuole primarie, sono state premiate con un’uscita in mare sulla motonave Queen Elisabeth, trasformata per l’occasione in un battello oceanografico, dove si sono svolte attività di approccio all’oceanografia quali la lettura della carta nautica e la determinazione dei parametri chimico- fisici dell’acqua come temperatura, salinità e ossigeno. 

Alla Casa del Pescatore di Cattolica si è tenuto inoltre l’incontro pubblico Impariamo con i Pescatori “Imparar per Mare”, nel corso del quale alcuni studenti e insegnanti hanno raccontato le esperienze vissute in aula e per mare e le tematiche, che, nel corso del progetto, hanno suscitato maggior interesse e curiosità: in particolare la diversità e la varietà delle diverse specie ittiche presenti nelle Marinerie dell’alto Adriatico e l’importanza del loro consumo quale fattore importante per la salute.  I ragazzi e le ragazze della classe III B della scuola primaria Ilario Fioravanti di Savignano sul Rubicone con grande entusiasmo hanno inoltre rivelato che, lavorando in gruppo, hanno imparato a conoscersi meglio e ad aiutarsi per realizzare l’elaborato finale con il quale hanno partecipato al concorso Impariamo con i Pescatori. Le insegnanti hanno apprezzato le metodologie dinamiche esperienziali e partecipative adottate dal progetto, che hanno consentito agli studenti di confrontarsi e di apprendere da chi vive e lavora nelle marinerie, nei porti, sui pescherecci e nei mercati ittici.

Nicola Tontini, Direttore Coop Casa del Pescatore di Cattolica, ha affermato che            “L’innovazione tecnologica e le moderne attrezzature della  pesca derivano dall’esperienza e dalla conoscenza del pescatore, primo fruitore del mare, che struttura e attrezza la propria imbarcazione sulla base di saperi e pratiche che vengono da lontano. L’uomo del mare conosce l’ambiente in cui opera e lo rispetta, avendo consapevolezza dell’importanza della tutela e della preservazione della biodiversità marina e delle sue risorse”.

Sono intervenuti all’incontro Fausto Battistel, Assessore all’Ambiente di Cattolica, Sergio Caselli, Vicepresidente Flag Costa Emilia-Romagna, Susy Giordano e Andrea Quadrifoglio, Project Manager e Responsabile Commerciale Atlantide Soc. Coop Sociale p.a. .