Mercoledý 24 Luglio01:28:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Si barrica in casa e minaccia di incendiare l'abitazione: ore di trattative coi carabinieri

I militari sono riusciti ad avvicinarsi all'uomo e gli hanno spruzzato dello spray al peperoncino

Cronaca Gatteo | 18:00 - 06 Giugno 2019 Auto dei Carabinieri, foto di repertorio Auto dei Carabinieri, foto di repertorio.

Dopo quattro ore di dialogo e trattative, i carabinieri hanno convinto un 31enne di Sant'Angelo di Gatteo, con problemi psichici, a desistere dall'intento di dare fuoco alla sua casa e alla minaccia di lanciare un coltello e un'accetta contro i carabinieri stessi. Alle 9 i militari di Savignano e del radiomobile di Cesenatico erano stati allertati per un uomo che aveva litigato e cacciato fuori di casa il padre e il fratello e poi si era barricato nella propria abitazione, iniziando le minacce. A lungo il comandante di Cesenatico, capitano Flavio Annunziata, il tenente Matteo Alessandrelli, insieme a sette militari hanno parlato con l'uomo. Nel frattempo il sindaco di Gatteo Gianluca Vincenzi ha preparato un'ordinanza per il Tso, trattamento sanitario obbligatorio. Alle 12.45 i carabinieri sono riusciti ad avvicinarsi all'uomo e subito gli hanno spruzzato dello spray al peperoncino. E' stato bloccato, il personale del 118 presente lo ha sedato e poi è stato immobilizzato, caricato sull'ambulanza e portato all'ospedale Bufalini di Cesena. La situazione è tornata tranquilla alle 13.