Domenica 13 Ottobre23:22:12
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Nuoto Riccione, Trofeo Nicoletti oltre 2400 atleti in gara allo stadio del Nuoto

La classifica generale del 23° Trofeo Nicoletti è stata vinta dall’Imolanuoto per il quarto anno consecutivo

Sport Riccione | 11:31 - 06 Giugno 2019 Stadio del nuoto di Riccione Stadio del nuoto di Riccione.

Conclusa la 23^ edizione del Trofeo Internazionale “Italo Nicoletti” con partecipazione da record: 2.400 atleti in gara allo Stadio del Nuoto di Riccione nei tre giorni di gare, dal 31 maggio al 2 giugno.

Tra i riccionesi Aurora Ricchi e Aurora Dascanio, entrambe al primo anno di categoria Juniores, conquistano il pass per i Campionati Italiani di Categoria rispettivamente nei 100 stile libero con 58”94 (tempo limite 59”09) abbassando di quasi 2” il precedente personale di 1’00”91 e nei 100 rana con 1’14”95 (tempo limite 1’15”23) con oltre 1 secondo meglio del precedente record personale. Altro pass anche per il giovane Leonardo Rossi (2005) che aggiunge alla sua già lunga lista (già qualificato nei 50, 100 e 200 stile libero e nei 100 dorso) anche i 200 dorso nuotando 2’14”88 (tempo limite 2’18”57).

Record sociale Juniores ad un solo centesimo dal tempo limite per i Campionati Italiani per Vanessa Frisoni nei 50 stile libero nuotati in prima frazione di staffetta in 27”36.

Per Thomas Valenti, Luca Andreini, Giacomo Alessandri e Michele Nasini due nuovi record sociali assoluti con le staffette 4x50 stile libero e mista nuotate in 1’40”22 e 1’49”48.

La classifica generale del 23° Trofeo Nicoletti è stata vinta dall’Imolanuoto per il quarto anno consecutivo, 5° posto finale per la Polisportiva Riccione. Premiati per le migliori prestazioni Ilaria Bianchi (100 farfalla) e Pier Andrea Matteazzi (400 misti).

"Siamo molto soddisfatti – dichiara il direttore tecnico della Sezione Nuoto, Paolo Zuntini – è stata un’edizione record sotto tanti punti di vista e siamo riusciti a far funzionare tutto alla perfezione, merito di tutti coloro che collaborano all’organizzazione e alla gestione di questa manifestazione. Dal punto di vista tecnico c’è stato un aumento esponenziale del livello delle gare, oltre che dei numeri, rispetto alle edizioni precedenti e questo è un chiaro segno dell’importanza che sta prendendo questo trofeo nel panorama nazionale. Per quanto riguarda i nostri ragazzi ho potuto assistere a buone prestazioni nonostante si stia lavorando per gli appuntamenti più importanti che ci saranno a fine luglio ed inizio agosto. Tutti hanno nuotato tempi molto vicini, o addirittura migliori, dei propri personali e lo dimostrano i nuovi pass per i Campionati Italiani e i record sociali stabiliti. Il 5° posto finale è da leggere anche in ottica numerica, rispetto alle società che ci hanno preceduto in classifica schieravamo un numero notevolmente inferiore di atleti e questo ne aumenta sicuramente il valore”.