Gioved 22 Agosto05:19:02
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio 1a Cat: Verucchio, presidente Fabbri: 'nessuno dà una mano alla società, ma andiamo avanti'

INTERVISTA al n.1 della società rosanero. La prossima stagione nel segno della continuità

Sport VillaVerucchio | 16:22 - 04 Giugno 2019 Il presidente del Verucchio Calcio, Claudio Fabbri Il presidente del Verucchio Calcio, Claudio Fabbri.

L'appello di fine campionato è caduto nel vuoto. Nessun imprenditore si è fatto avanti per sostenere il Verucchio Calcio e per aiutare l'attuale dirigenza nel difficile percorso di risalita. La società rosanero ha trascorsi anche in Serie D, in un passato non remoto; guarda al campionato di Promozione come prossimo target, tra le mille difficoltà del calcio dilettantistico. Il presidente Claudio Fabbri comunque non molla, anzi rilancia: "Il prossimo anno l'obiettivo è arrivare nei primi posti. Nessuno si è fatto sentire per aiutarci. Ma faccio uno sforzo, la società va avanti".

Presidente, state pianificando il futuro, ma possiamo dire che il Verucchio procede nel segno della continuità, partendo dalla guida tecnica, con la conferma di Nicolini in panchina.

"Ha fatto un campionato alla grande fino a febbraio. Purtroppo la squadra si è persa nelle ultime partite, ma siamo molto contenti del lavoro di mister Nicolini. Ha fatto un ottimo lavoro, non solo nelle domeniche di campionato, ma anche durante gli allenamenti. Non abbiamo avuti dubbi sulla sua conferma".

Ma allora come ti spieghi o come vi siete spiegati questo calo?

"E' stato un calo mentale, ci è presa un po' di paura. Il calcio è così. Una palla va sul palo, nell'azione dopo prendi gol e perdi. Cercheremo di fare tesoro dell'esperienza di quest'anno".

Allenatore confermato e c'è l'intenzione di trattenere anche la gran parte dei giocatori della rosa.

"Certamente, partiamo naturalmente da tutti i nostri giovani, come Muccioli, che rimarranno con noi. Abbiamo confermato Ronchi e Pioli, gli ultimi arrivati della scorsa stagione. E altri giocatori importanti per noi come i due portieri Maggioli e Palmieri, i terzini Riccardo Colonna e Campidelli, i centrocampisti Leardini, Genghini e Tentoni, l'attaccante Michilli. I nostri giocatori avevano anche offerte di squadre di categoria superiore".

Dragoni è stato tra i protagonisti lo scorso anno. Ci sono possibilità di trattenerlo?

"E' uno dei giocatori, come Vertaglia e Radu, con i quali ancora dobbiamo sederci al tavolino. Lo faremo. Come detto cercheremo di trattenere la maggior parte dei giocatori della nostra rosa".

Per tante conferme anche un partenza: Bruma lascia.

"Sì confermo, Bruma non fare parte del nostro organico". 

Sul mercato in entrata quali sono gli obiettivi?

"In attacco abbiamo preso Francesco Gori, vediamo se ci sarà qualche occasione più avanti. Adesso stiamo cercando un difensore centrale e un centrocampista".

Riccardo Giannini