Giovedý 22 Agosto22:19:43
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

"Io amo i beni culturali" San Leo vince nella sezione Musei del concorso

Presentato progetto in collaborazione con Istituto comprensivo di Novafeltria "La presa di San Leo"

Attualità San Leo | 10:55 - 04 Giugno 2019 La presa di San Leo La presa di San Leo.

Al concorso "Io amo i beni culturali" San Leo ha vinto nella sezione Musei. Obiettivo del concorso promosso dall’Istituto beni artistici, culturali e naturali è avvicinare i giovani al patrimonio culturale e alle istituzioni che lo conservano, favorendo la loro partecipazione attiva e creativa e sostenendo la crescita di cittadini autonomi e consapevoli.

I musei, le biblioteche e gli archivi della Regione vengono dunque invitati, ogni anno, a unirsi in partenariato con le scuole secondarie per presentare un progetto che nell’anno scolastico successivo valorizzi il museo o l’archivio prescelto, o un bene culturale presente sul territorio. Sono i ragazzi e le ragazze, insieme agli insegnanti e ai funzionari delle istituzioni coinvolte, a realizzare nuove forme di comunicazione e di valorizzazione, sviluppando competenze personali, sociali e civiche.

Per edizione 2018-2019 sono pervenute 34 domande che hanno coinvolto circa 200 istituzioni, nel quadro di una rete di collaborazioni virtuosa tra scuole, musei, archivi, biblioteche e territorio.

Come da bando, sono stati premiati 10 progetti nella sezione musei, 5 nella sezione archivi e 5 nella sezione biblioteche, che sono stati sostenuti mediante iniziative formative e risorse finanziarie.

Fra i vincitori della sezione Musei, figurano il Comune di San Leo e l’Istituto Comprensivo “A. Battelli” di Novafeltria (rappresentato dalle classi 1 AP e 2 AP Media di Pietracuta) che, in collaborazione con la Società san Leo 2000 e la Coop. Atlantide, hanno presentato il progetto di valorizzazione della Fortezza di San Leo denominato laboratorio teatrale “La presa di San Leo”.

Durante l’anno scolastico i ragazzi delle classi coinvolte con il supporto dei docenti, degli operatori della Coop. Atlantide e di San Leo 2000 hanno dunque lavorato in classe e presso la Fortezza di San Leo nel laboratorio teatrale "La presa di San Leo".

L’obiettivo del progetto è la valorizzazione dell’atelier pittorico, dedicato al dipinto di Vasari “La Presa di San Leo”, allestito in occasione dell’ anniversario dei 500 anni dalla presa di San Leo da parte delle truppe fiorentine il 17 settembre 1517. E’stato creato un laboratorio teatrale errante, dove ogni studente aveva la propria mansione: regista, aiuto-regista, effetti speciali,tecnico del suono ecc. Gli attori avevano la propria parte su cui è stato elaborato testo e sceneggiatura. La trama si basa su “Ragionamenti” del Vasari in cui l’artista ha riservato molte pagine all’assedio di San Leo, descrivendo l’aspetto geomorfologico, le tecniche di guerra, le gesta e i protagonisti della battaglia, evocando nel contempo aneddoti e retroscena, anche politici.

Il laboratorio teatrale, svolto durante l’anno scolastico dalla classe 1 AP e 2 AP della Scuola Media di Pietracuta (Istituto Comprensivo “A.Battelli” di Novafeltria), ha avuto come obiettivo l'inclusione di tutti i ragazzi. Ogni studente si è sentito partecipe del lavoro svolto ed ognuno di loro ha avuto un ruolo significativo. Sono stati seguiti vari step, dalla lezione in classe per spiegare l'espressione del corpo e facciale legata all'emozione, con il laboratorio didattico "Myself" al casting in cui tutti potevano esprimere le proprie idee per poter essere coinvolti nel miglior modo seguendo le proprie passioni e caratteri.


Il progetto si concluderà con la rappresentazione teatrale “La presa di San Leo” a cura dei ragazzi che avrà luogo mercoledì 5 Giugno 2019 alle ore 11.00 presso la Palestra della Scuola di Pietracuta.