Domenica 15 Settembre10:23:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

FOTO Brumotti in bici guida la carica dei 2300 nella corsa ad ostacoli per le vie di Rimini

Grande successo per la Virgin Active Urban Ostacol Race

Sport Rimini | 19:43 - 01 Giugno 2019 La partenza della terza edizione La partenza della terza edizione.

Una bellissima festa. E’ l’immagine che sintetizza la terza edizione della Virgin Active Urban Obstacle Race, corsa a ostacoli che ha attraversato il centro storico e i parchi cittadini riminesi, con partenza e arrivo dal felliniano borgo San Giuliano.

In testa al gruppo dei partecipanti, 2.267 per la precisione, quattro Ambassador d’eccezione, testimonial dell’allenamento funzionale che marca la peculiarità dell’originale format evento che unisce running e functional training: la campionessa italiana di spada Rossella Fiamingo, l’ex rugbista Andrea Lo Cicero, la conduttrice sportiva Federica Fontana e Vittorio Brumotti, testimonial di Striscia la Notizia e campione di bike trial.

La corsa si è svolta su un percorso di 7 km, che ha attraversato il centro storico di Rimini e i due parchi cittadini, a contatto con monumenti storici come il Tempio Malatestiano, l’Arco d’Augusto, Castel Sismondo, ma anche luoghi felliniani come il Borgo San Giuliano e il cinema Fulgor. Ma lungo il percorso anche 10 ostacoli impegnativi per richiamare il ‘functional training’ familiare ai frequentatori dei centri del network Virgin Active, la cui filosofia è quella di trasferire i valori della mission anche all’esterno dei loro villaggi fitness. Evento principale del <fuori salone> di Rimini Wellness.

La Virgin Active Urban Obstacle Race è organizzata da RCS Sports & Events / Rcs Active Team in collaborazione con Virgin Active e il supporto di Moab, il Partner locale. Al fianco della Virgin Active Urban Obstacle Race anche Diabete Romagna. La ONP ha sensibilizzato i partecipanti sulla patologia del diabete. I volontari hanno potuto raccontare le loro attività, in particolare l’assistenza al paziente in tutto il territorio romagnolo mettendo a disposizione professionisti, strumentazione sanitaria e occasioni di aggregazione e formazione. Durante la fase di iscrizione on-line, i partecipanti hanno potuto donare un piccolo contributo a favore del progetto sviluppato dallo stesso Charity Partner.