Mercoledý 21 Agosto12:21:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket, finale del campionato di Promozione Rose&Crown Villanova Tigers sfida Russi

Partita fondamentale per neroverdi sul campo neutro del Bertinoro

Sport Verucchio | 11:42 - 31 Maggio 2019 Tifosi dei Villanova Tigers Tifosi dei Villanova Tigers.

Rose&Crown Villanova Tigers, ci siamo. Sabato 1 giugno, alle ore 19, sul campo neutro di Bertinoro e in partita secca, è in programma la finale del campionato di Promozione. In palio c’è la serie D, l’avversario sarà Russi.

Come arrivano i neroverdi alla finalissima? Cosa si aspettano da questa gara e come l’hanno preparata? Ce lo spiega il coach Villanova Tigers, Valerio Rustignoli. Uno che di finali se ne intende, a soli 30 anni (ma ha iniziato ad allenare a 18) ne ha già giocato due, entrambe vinte: una in Prima Divisione (serie 2 su 3) e una di Promozione (secca, due anni fa coi Baskérs).

“Per la verità siamo reduci da una settimana non brillante in palestra, ma è normale: tutte le energie sono trattenute e dedicate alla partita di sabato.

In estate siamo partiti con l’idea di fare bene, ma non era facile arrivare a questo punto. Ora ci giochiamo questa finale, conquistata con pieno merito nell’arco della stagione. E ce la giochiamo con una squadra – Russi – che ha fatto il nostro stesso cammino. Chiuso a pari punti la regular season, con 3 ko a testa. La differenza canestri ci ha premiato. Nei playoff veniamo entrambe da un 6-0, Russi con un cammino più lineare ma ora conta poco”.

Le squadre in campo, però, sono molto diverse.

“Russi può mettere in campo 2 - 3 giocatori di altissimo valore per la categoria, Porcellini e Morigi in primis, senza dimenticare elementi di grande esperienza e qualità come Basaglia, Trere. E dalla panchina profonda si possono alzare Cirillo, Castellari, Samorì, Beghi, e incidere sulla partita”.

E la tua squadra, Rose&Crown Villanova Tigers?

“Noi siamo più giovani, un ottimo gruppo, che ha mostrato segnali crescita importanti nel corso dell’anno e nei play off, specie contro Santarcangelo dove abbiamo offerto una bella prova di forza nell’arco delle due partite.

Arriviamo a questa finale con la voglia di vincerla e la consapevolezza che se sapremo imprimere il nostro gioco, abbiamo le carte in regola per farlo”.

In termini percentuali, 50% a testa.

“Ci spingono a Bertinoro grandi motivazioni e la consapevolezza che dietro a noi c’è un grande movimento. In tanti verranno a vederci, la palestra sarà insufficiente a contenere tutto il tifo previsto da Villa Verucchio, Rimini, Forlì e Russi, pronti per i 40 minuti più importanti della stagione e provare a vincere. La serie D è un traguardo storico per la nostra società: per raggiungerlo non servirà fare miracoli ma una partita solida e intelligente”.

Il palazzetto di Bertinoro sarà letteralmente invaso dai supporter del Villanova. Si preannuncia infatti un vero esodo festante, caloroso e colorato. Da Villa Verucchio partirà un pullman e un lunghissimo corteo di auto, pulmini e monovolumi. I giovani tifosi hanno preparato per l’occasione una coreografia ad hoc con magliette, bandierine e striscioni.