Marted́ 25 Giugno22:41:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Oltre duemila studenti riminesi a lezione di educazione stradale dalla Polizia Municipale

Diciassette le scuole coinvolte: organizzate diverse uscite a piedi o in bicicletta

Attualità Rimini | 14:26 - 28 Maggio 2019 L'attività di educazione stradale organizzata dalla Polizia Municipale di Rimini L'attività di educazione stradale organizzata dalla Polizia Municipale di Rimini.

Sono state diciassette in tutto le scuole primarie del territorio riminese coinvolte nell’impotente attività di educazione stradale organizzata dalla Polizia Municipale di Rimini. Un’importante operazione didattica, finalizzata all’educazione stradale,  condotta da diversi agenti che, in accordo con le insegnanti, sono riusciti a coinvolgere oltre 2000 studenti delle classi quarte e quinte. Oltre alle otte classi infatti delle scuole  Karis di Bellariva e San Giuliano, l’attività di educazione della Polizia Locale, ha coinvolto anche l’Istituto Comprensivo Marvelli con le scuole Montessori, Lambruschini, Corpolo' e Spadarolo; le scuole Griffa e Crispi;  l’Istituto Comprensivo Alighieri con le scuole Fellini, Frank, Raggi e Calcutta; l’Istituto Comprensivo Fermi con la scuola F. Casadei e la scuola Primaria del Villaggio Primo Maggio.

Si tratta di un impegno importante, orientato a formare e sensibilizzare i ragazzi circa le regole fondamentali del codice della strada, con lezioni mirate alla conoscenza delle regole da rispettare come pedoni e come conducenti di biciclette. Attraversare in sicurezza sulle strisce pedonali, la conoscenza dei cartelli stradali, l’equipaggiamento e la conoscenza della bici come veicolo sicuro per andare su strada e nelle piste ciclabili. Tanti gli argomenti trattati che hanno fatto crescere i piccoli conducenti, coinvolgendoli in un percorso orientato ai comportamenti da tenere sulla strada, per formare una cultura civile che diventi parte integrante del loro modo di vivere  e che li porti a considerare il rispetto delle regole, come un atteggiamento normale.

A conclusione del progetto sono state organizzate nelle scuole diverse uscite in bicicletta o a piedi, sotto il vigile controllo della Polizia Locale e l’indispensabile assistenza dei volontari dell'associazione "Pedalando e Camminando” di Rimini,  che ha fornito un importante contributo non solo organizzativo ma anche culturale. Momenti di aggregazione e svago per coinvolgere tutti a cui hanno potuto partecipato anche i bambini diversamente abili, come avvenuto lo scorso 20 e 21 maggio, nelle scuole di Spadarolo e Corpolo in cui grazie, all’uso di speciali biciclette è stato possibile realizzare delle pedalate di gruppo, coinvolgendo anche i bambini con difficoltà motoria.