Giovedý 20 Giugno22:53:43
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, ripartita la lotta alla prostituzione: sanzioni per 6800 euro tra 'lucciole' e clienti

Dal 20 maggio sono state 17 le sanzioni a seguito dei controlli della Polizia Municipale

Cronaca Rimini | 12:54 - 28 Maggio 2019 Prostituta (foto di repertorio) Prostituta (foto di repertorio).

Dal 20 maggio sono state 17 le sanzioni, verso prostitute e clienti, emesse a seguito dei controlli della Polizia Municipale, relativamente all'ordinanza anti-prostituzione in vigore nel Comune di Rimini fino al prossimo 15 ottobre. In totale sono stati emessi verbali per 6800 euro. L'attività di controllo si sviluppa dal pomeriggio a tarda notte, per prevenire e contrastare i fenomeni di degrado urbano che provocano un senso di insicurezza nei cittadini.  Sono tre i commi dell’ordinanza infatti che sanciscono il divieto dei comportamenti di degrado oggetto dell’ordinanza. I primi due puniscono rispettivamente chi offre prestazioni sessuali a pagamento e chi ne concorda  l’acquisto, il terzo comma invece è orientato a punire chi, alla guida di veicoli, nel contatto con le prostitute,  esegue manovre pericolose o di intralcio alla circolazione stradale. “Ricominciamo a pieno regime l’attività di contrasto al fenomeno della prostituzione in strada - commenta l’assessore alla Sicurezza, Jamil Sadegholvaad-. Un'attività che porteremo avanti nelle prossime settimane e nei prossimi mesi con una serie articolata di strumenti e una forte collaborazione con le forze dell’ordine”.