Mercoledý 24 Luglio00:43:51
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio Promozione, il Gabicce Gradara vuole confermare mister Papini. Marsili: 'Stagione molto positiva'

Il presidente: 'Abbiamo fatto meglio rispetto ai programmi iniziali. Bene i giovani. Vogliamo migliorare'

Sport Gabicce Mare | 09:40 - 24 Maggio 2019 il tecnico Papini con il presidente Marsili e il ds Magi il tecnico Papini con il presidente Marsili e il ds Magi.

Il Gabicce Gradara con la cena di fine stagione di qualche giorno fa ha dato il rompete le righe. La società è soddisfatta del lavoro svolto da mister Mirco Papini e dal suo staff, del piazzamento finale (sesto posto a pari punti col Cantiano), del contributo dei giovani provenienti dal settore giovanile. E l'occasione è servita per mettere le basi per il prossimo campionato in cui il Gabicce Gradara ha l'ambizione di migliorarsi.

“Abbiamo varato la scorsa estate un progetto pluriennale e la prima stagione del nuovo corso è stata assai positiva – spiega il presidente Gianluca Marsili – Le scelte operate dal ds Gabriele Magi di concerto con la società e i tecnici si sono rivelate azzeccate, mister Papini e il suo staff hanno portato professionalità nel lavoro e i risultati sono stati tangibili. Volevamo una salvezza tranquilla, invece abbiamo fatto ancora meglio lottando fino ad un certo punto per i playoff che poi non si sono disputati per il gran campionato delle prime due della classe, Ancona e Senigallia. Ci riempie di soddisfazione il fatto che i giovani Luca Magi, Martin Marcolini, Matteo Bacchiocchi e Federico Pedini si siano messi in luce così come Lorenzo Alessandrini e Gianmarco Tafuro e un paio di Allievi come Andrea Magi e Mattia Granci abbiano debuttato nelle ultime gare mentre altri baby hanno gravitato attorno alla prima squadra allenandosi con costanza. Si è respirato complessivamente un clima positivo e questo grazie anche alla collaborazione di tutti i dirigenti che col loro prezioso lavoro quotidiano fanno sì che la macchina del club proceda spedita. La dimostrazione è la festa del calcio giovanile, i sei tornei con 123 squadre nei prossimi quattro week end che mettono sotto i riflettori il nostro club da ormai più di vent'anni, A loro e agli sponsor va il mio ringraziamento”.

Alla fine del girone di andata la classifica lasciava presagire una seconda parte di stagione entusiasmante. C'è qualche rammarico?

“E' così, purtroppo non siano riusciti a stare agganciati al treno delle prime; abbiamo perso punti preziosi contro squadre che sono retrocesse o hanno lottato per i playout e sbagliato otto rigori. Un po' di rammarico c'è, ma le note liete sono ampiamente superiori. Contro le big abbiamo fatto punti e ci siamo tolti delle soddisfazioni: sul nostro campo abbiamo costretto al pari Ancona e Senigallia. Abbiamo chiuso con la seconda migliore difesa del campionato e questo è un motivo di soddisfazione; l'attaccante Vegliò, uno dei volti nuovi, si è dimostrato un ottimo acquisto risultando determinante. Gli errori ci serviranno da lezione per la prossima stagione”.

A proposito di stagione prossima. Come vi state muovendo?

“La nostra intenzione è di proseguire il lavoro iniziato con mister Papini e col suo staff: ci siamo già confrontati e sono fiducioso di poter proseguire il proficuo rapporto. Il direttore sportivo Magi è già al lavoro per rafforzare la squadra. Intendiamo riconfermare gran parte della rosa: tutti i giocatori hanno dato la loro disponibilità e questo significa che la società è stimata e puntuale. Qualche qualche volto nuovo arriverà per rendere la rosa ancora più competitiva: cerchiamo rinforzi nei ruoli in cui abbiamo mostrato più carenze. Il primo obiettivo è un attaccante collaudato”.

Per quanto riguarda lo stadio saranno effettuati dei lavori?

“Un terreno di gioco in terra battuta che non poteva essere utilizzato nella maniera migliore verrà riseminato e rimesso a posto e sarà a disposizione delle squadre del settore giovanile”.