Venerd́ 22 Novembre12:41:58
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Venerdì 24 maggio il prossimo sciopero globale per il clima: anche Rimini aderisce

Pulizia, flower bombing, corteo e interventi in piazza Cavour per la seconda mobilitazione globale per l'ambiente

Attualità Rimini | 16:58 - 22 Maggio 2019 Il gruppo Fridays for Future di Rimini si prepara allo sciopero globale del 24 maggio, foto da Facebook Il gruppo Fridays for Future di Rimini si prepara allo sciopero globale del 24 maggio, foto da Facebook.

Il 24 maggio è atteso un nuovo sciopero globale per il pianeta e per riflettere sui cambiamenti climatici che lo stanno funestando. Il 15 marzo il primo appuntamento ha portato nelle strade e nelle piazze di tutto il giorno migliaia di persone, tra cui tantissimi giovani che grazie a interlocutori vicini a loro, come la ben nota Greta Thunberg, sono stati stimolati ad attivarsi per rivendicare più attenzione da parte delle potenze internazionali e più consapevolezza da parte delle comunità locali alle conseguenze dell'azione irresponsabile dell'uomo sull'ambiente.

IL PROGRAMMA
Rimini aderisce di nuovo alla proposta di scendere pacificamente in piazza per far sentire la propria voce verde. Il gruppo "Fridays for future Rimini" ha organizzato la pulizia del Centro studi "La Colonnella", seguita da un corteo aperto a tutti e tutte, studenti o meno, pacifico e a-partitico.
La pulizia inizia alle 8, il corteo parte alle 9.30. Con l'occasione aiuole e rotonde saranno seminate con fiori. Alle 11 interventi e presidio in piazza Cavour, con tante sorprese. 

IL MANIFESTO
La concentrazione media di CO2 in atmosfera è in continua crescita, e se nell’era pre industriale erano 280 partipermilione e nel 2013 erano 400 e oggi si è raggiunti i 413.89 ppm (dati forniti dall’osservatorio di Mauna Loa nelle Hawaii), questo è un indice chiaro di quanto gli allarmi lanciati dalla comunità scientifica siano ascoltati solo da noi giovani che non chiediamo altro se non poter avere un futuro. Il 24 Maggio facciamo appello ad una politica climatica più ambiziosa a livello globale, europeo e nazionale. Gli scienziati sottolineano che il riscaldamento globale non deve superare 1.5°C, al fine di evitare grandi disastri. Ci resta poco tempo.
FFF invita tutti e tutte a partecipare e a far sentire la propria voce. Nessuna voce è troppo debole per farsi ascoltare, i grandi cambiamenti cominciano sempre da piccoli gesti. Ed è proprio a piccoli gesti che bisogna far nascere questa grande rivoluzione culturale sociale e ambientale, necessaria per la nostra sopravvivenza e per quella della nostra casa, il pianeta Terra.
Sono sempre più numerosi i cittadini che vogliono aria più pulita, meno plastica nei nostri oceani, più energia da fonti rinnovabili, un futuro sostenibile per i bambini e le bambine, in breve più risolutezza politica per il Pianeta!
Scendiamo in piazza per la giustizia climatica, in Italia e nel mondo!
Saremo tutti e tutte uniti per il clima! Tutti e tutte uniti per garantirci un futuro! (f.v.)