Mercoledý 17 Luglio01:53:32
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Calcio beffato nell'andata dei playout, Sirignano fa felice la Virtus Verona (1-0)

I biancorossi reclamano per un paio di episodi dubbi in area e sfiorano il pari al 93' con Buonaventura

Sport Rimini | 18:09 - 19 Maggio 2019 Alimi, il migliore del Rimini Alimi, il migliore del Rimini.

Il Rimini esce sconfitto 1-0 dalla Virtus Verona nella finale d'andata dei playout. Decide un gol di Sirignano al 34', su punizione di Manfrin deviata in tuffo dall'ex Onescu, il migliore in campo. Il Rimini a tratti ha disputato una buona gara e la miglior occasione è capitata al 93' al volitivo Buonaventura, che con una splendida semirovesciata ha mandato il pallone di poco alto sopra la traversa. Poco prima era stato Piccioni a non trovare la deviazione vincente su sponda di Buonaventura. Il forcing finale del Rimini ha aperto spazi al contropiede della Virtus Verona, ma Scotti è stato determinante su Grubac e Lavagnoli, due parate che hanno evitato ai biancorossi un passivo più pesante in vista del ritorno. Per i ragazzi allenati da Petrone non mancano i rimpianti, compresi un paio di episodi dubbi in area della Virtus Verona: un contatto Sirignano-Piccioni e un mani di Rossi. 

LE PAGELLE

SCOTTI 6.5:
qualche brivido sulle traiettorie velenose di Manfrin. Incolpevole sul gol di Sirignano, nel finale due ottime parate per evitare guai peggiori in previsione del ritorno. 

MARCHETTI 5.5: Ferrara non è un cliente facile e in alcuni frangenti presta il fianco alle sue incursioni. Ma nella fase di forcing finale, mette una pezza fermando proprio Ferrara, con una perfetta diagonale, su un tracciante di Onescu.

FERRANI 6: la solita sicurezza al centro della difesa.

NAVA 6: presenza solida in difesa, si fa vedere anche in fase di impostazione.

KALOMBO 5.5: entra in scivolata in modo irruento e complice il terreno bagnato commette il fallo su Onescu che costa la punizione del gol. Bel duello con Manfrin, ci mette molta corsa, ma sbaglia qualche tocco di troppo. Una bella verticalizzazione per Candido.

MONTANARI 6: una prestazione in linea con la sua stagione: senza fare cose memorabili, ma senza demeritare. Non si risparmia mai. 

ALIMI 6.5 (il migliore): diga frangiflutti davanti alla difesa, due chiusure importanti in area biancorossa, condizione fisica finalmente ottimale. 

BADJIE 5.5: mossa a sorpresa di Petrone, tuttavia la sua prestazione è troppo scolastica.

GUIEBRE 5.5: cresce nella ripresa, ma manca di precisione nei cross fino al 93', quando pennella magnificamente per Buonaventura. Tuttavia non basta per salvare il suo bilancio personale. 

VOLPE 5: isolato davanti, ma troppe volte viene anticipato dai difensori avversari, finendo per commettere falli che spesso hanno il sapore della frustrazione di chi vorrebbe fare di più.

CANDIDO 6: ripaga la fiducia di Petrone con una discreta prestazione, comprensiva anche di ripiegamenti difensivi. Se avesse infilato in porta il destro da fuori area nel primo tempo...

BANDINI 6: buon impatto sulla partita, spedisce diversi cross, uno dei quali trova il braccio di Rossi, per un rigore non fischiato dall'arbitro. In fase difensiva invece lascia Marchetti al suo destino contro Ferrara. 

PICCIONI 5.5: ingresso vigoroso in partita, ma sul suo voto incide l'assist di Buonaventura non capitalizzato. Poteva essere la palla del pareggio.

BUONAVENTURA 6.5: gioca poco più di dieci minuti, ma con una determinazione che è esempio per i compagni. Le due migliori occasioni del Rimini nascono da lui, nel secondo caso va anche a concludere con una spettacolare semirovesciata. 
CICAREVIC e PALMA S.V.

ALL. PETRONE 5.5: paga la mossa Badjie e soprattutto il tardivo inserimento della seconda punta.