Mercoledý 18 Settembre21:29:28
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Europarlamentare De Castro in visita a Verucchio incontra gli agricoltori

Impegno per garantire le risorse che l’Unione europea dedica alla PAC (politica agricola comune)

Attualità Verucchio | 12:25 - 17 Maggio 2019 Europarlamentare De Castro con il candidato sindaco Maffei Europarlamentare De Castro con il candidato sindaco Maffei.

Giovedì 16 maggio l’europarlamentare PD Paolo De Castro, ex ministro delle politiche agricole, ha incontrato gli agricoltori, ospiti nella bella cornice dell’azienda agricola f.lli Piva a Verucchio, dove tradizione e innovazione di altissimo livello si incontrano. De Castro, in tour nel’Italia del Nord-Est in vista delle elezioni europee del 26 maggio per cui si ricandida, ha voluto fare tappa a Verucchio per raccontare agli imprenditori agricoli la sua esperienza in Parlamento europeo come membro della commissione agricoltura nonché il costante impegno per  garantire le risorse che l’Unione europea dedica alla PAC (politica agricola comune). L’incontro è stato l’occasione per confrontarsi con il candidato sindaco di Verucchio Domani Christian Maffei, legato a De Castro da un lungo rapporto di amicizia e di stima. L’europarlamentare ha avuto modo di dire come trova in Maffei e in Verucchio Domani un punto di riferimento sul territorio. Paolo De Castro è stato accompagnato nella visita dai consiglieri regionali Giorgio Pruccoli e Nadia Rossi e dal segretario provinciale del PD Filippo Sacchetti. Di seguito le dichiarazioni del candidato sindaco Christian Maffei:

“Il rilancio di Verucchio parte dal ricostruire una rete di relazioni solide in Europa dove oggi ci sono importanti occasioni di finanziamento per i nostri progetti che arricchiranno il territorio. Paolo è un amico ed è simbolo di una politica che della competenza fa la sua missione, al di là di ogni polemica e di ogni campagna elettorale. 

Mi impegnerò personalmente, sapendo di avere questi punti di riferimento in Europa e non solo, a far ripartire il settore agricolo a Verucchio, da troppi anni in sofferenza. L’attenzione agli agricoltori oggi si deve declinare sopratutto nell’ottica di promuovere le tipicità in chiave turistica. Pensiamo al vino veruccese (“il vino più antico d’italia”) di cui vogliamo simbolicamente piantare anche un filare nel Parco Archeologico o ancora il settore dell’olio di cui Verucchio rappresenta un eccellenza. Con queste relazioni e con queste competenze Verucchio deve ripartire dall’agricoltura e può farlo, senza paura.”