Marted 18 Giugno18:00:39
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

In attesa della nuova piazza Malatesta: più verde e spazi per eventi culturali e concerti

Ecco come sarà riqualificata l'area con il progetto 'Temporary Green Square' varato dall'amministrazione comunale di Rimini

Attualità Rimini | 13:51 - 16 Maggio 2019 Rendering dell'area di piazza Malatesta Rendering dell'area di piazza Malatesta.

Ha preso il via nel quadrante del centro storico compreso tra Castel Sismondo, Cinema Fulgor e Teatro Galli, il progetto “Temporary Urban Garden”, l’intervento che accompagnerà, tramite installazioni temporanee di arredo urbano e verde, il percorso che porterà alla realizzazione della nuova Piazza Malatesta.
Verde e public art diventano così protagonisti di spazi, ruolo e senso nell'area che vedrà la nascita del futuro Museo internazionale Federico Fellini. La piazza infatti non solo ospiterà i dispositivi verdi dedicati alla sosta e al relax ma accoglierà, in base alle necessità del momento, um'area playground dai toni felliniani, strutture temporanee diffuse, manifestazioni per la città (tra queste alcuni concerti e occasioni della Sagra Malatestiana) fino alla trasformazione definitiva di Piazza Malatesta.
L'intervento "Temporaty Urban Garden" che ha preso avvio diventa dunque in una sorta di work in progress e restituzione di aree riqualificate per la Città, che ha avuto un primo momento nella realizzazione dell’intervento denominato”Temporary Green Square”, realizzato nell’ottobre scorso nello spazio tra il Castello e il Teatro Galli e da allora usufruito dalla Città come luogo di incontro e di socializzazione.
 
 
“Attraverso un'attività di coordinamento con le imprese sul territorio e il supporto della società Anthea – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Jamil Sadegholvaad – abbiamo ritenuto opportuno già da ora intervenire in questo luogo nel quadro dell’attività di riqualificazione decoro e rifunzionalizzazione di aree pubbliche, di miglioramento del verde urbano e delle dotazioni a servizio degli spazi pubblici della città, inserendo così l'"Urban Garden" all'interno di un’unica visione in cui la scelta dei materiali e degli elementi verdi rimarrà armonica e omogenea, con la soddisfazione di aver previsto il riutilizzo e la successiva messa a dimora all’interno delle aree verdi della città del “materiale verde” che sarà utilizzato “temporaneamente”.  

L'intervento è stato realizzato grazie al prezioso supporto e sinergia con Giardini d'Autore, Info Alberghi, le Ditte locali Vivai Fabbri e Bilancioni, Ravaioli Legnami, Neon Rimini, I progettisti, Prograss e i Gruppi Civico del Comune di Rimini.