Marted 21 Maggio06:02:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cattolica, entro il 30 giugno le richieste per le esenzioni pagamento Tari

Dal 2020 invece le istanze dovranno essere presentate entro il 30 aprile e l’esenzione sarà riconosciuta con decorrenza 1 gennaio del medesimo anno

Attualità Cattolica | 16:08 - 15 Maggio 2019 Tari (foto di repertorio) Tari (foto di repertorio).

A Cattolica c’è tempo sino al prossimo 30 giugno per richiedere o confermare, per chi già ne beneficiava prima dell'introduzione del nuovo regolamento, l’esenzione totale della Tariffa corrispettiva puntuale per il servizio di raccolta rifiuti. La domanda va presentata all’Ufficio Servizi Sociali di Palazzo Mancini attraverso i moduli reperibili al Comune e sul sito internet del comune (attraverso il link: http://bit.ly/2E92Mhq ). La decorrenza avrà effetto dallo scorso primo gennaio 2019.

Questi i criteri per poter beneficiare dell’esenzione secondo quanto previsto dal regolamento (consultabile sul sito dell’Amministrazione al link: http://bit.ly/2vWbRW):

a) esenzione totale per le abitazioni occupate da persone ultrassessantacinquenni, il cui reddito familiare è determinato tramite Isee ordinario non superiore a € 9.360. Le abitazioni suddette possono essere occupate in proprietà, locazione, comodato d'uso, o altro diritto reale di godimento. Nel caso di proprietà e altri diritti reali di godimento, su più proprietà immobiliari riferite ad abitazioni, l'esenzione per quella adibita ad abitazione principale spetta, a condizione che nel complesso la percentuale di possesso su tutte le unità immobiliari possedute, non superi il 100%.

b) esenzione totale per le abitazioni occupate da famiglie di cui faccia parte un soggetto permanentemente inabile al lavoro con invalidità non inferiore al 74%, il cui reddito familiare è determinato tramite Isee ordinario non superiore a € 9.360.

Dal 2020 le istanze dovranno essere presentate entro il 30 aprile e l’esenzione sarà riconosciuta con decorrenza 1 gennaio del medesimo anno. L'esenzione, una volta concessa, compete anche per gli anni successivi, senza bisogno di nuova domanda, fino a che persistono le condizioni richieste, a condizione che il nucleo familiare beneficiario si impegni a rinnovare l'Isee ordinario, entro il 30 aprile di ogni anno. Allorché le condizioni vengano a cessare, su denuncia dell'interessato e/o su verifica dell'ufficio, la tariffazione corrispettiva decorrerà dal giorno successivo alla data in cui sono venute meno le condizioni per l'agevolazione tariffaria.

Per informazioni, Ufficio servizi Sociali: 0541/966514; 0541/966698; 0541/966564.