Marted́ 18 Giugno17:38:19
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Assegnati i lavori per la nuova scuola Montessori: il cantiere in estate

La ditta Rti Subissati ha vinto il bando, costo dell'intervento 2 milioni e 330mila euro

Attualità Rimini | 13:27 - 15 Maggio 2019 Scuola (foto di repertorio) Scuola (foto di repertorio).

Sarà la RTI Subissati srl (con a capo la Subissati srl, impresa della provincia di Ancona) a realizzare la nuova scuola primaria Montessori di Rimini, in via Cuneo. L’inizio dei lavori è previsto durante l’estate 2019. L’ufficialità arriva con l’aggiudicazione efficace dei lavori, avvenuta in seguito alla verifica di congruità della migliore offerta con i criteri di correttezza giuridica, amministrativa e procedimentale.  Alla gara per l’aggiudicazione dei lavori avevano partecipato cinque RTI (Rete temporanea di impresa). La costituenda RTI Subissati ( composta da Subissati srl - capogruppo – Cat impianti srl e Gasparoni costruzioni) si è aggiudicata i lavori grazie ad una offerta che ha totalizzato 96,677 punti, l’offerta di quattro anni di manutenzione, la riduzione sui termini di esecuzione dei lavori di 100 giorni, ed un ribasso dei costi pari all’8%. Il prezzo contrattuale complessivo dei lavori è di 2 milioni e 330 mila euro.

Come noto, La nuova “Montessori”, cofinanziato al 50% dal MIUR, sarà per la scelta di materiali e arredi naturali riciclabili e innovativi, una scuola ecologica a tutto tondo, capace di ospitare i ragazzi in un ambiente sano e sostenibile e contribuire al tempo stesso alla formazione di cittadini rispettosi della natura e attenti alla tutela dell’ambiente. lasciare ogni cosa in classe evitando di trascinare quotidianamente con sé libri e quadernoni scolastici. Una scuola ad energia ‘quasi zero’ (nearly zero Energy building), capace cioè non solo di consumare pochissima energia dando un contributo significativo per il risparmio energetico e la protezione del clima, ma anche un buon investimento per l’amministrazione pubblica e l’intera collettività sui costi. La flessibilità degli spazi contribuirà poi allo sviluppo di una didattica innovativa come quella prevista dal progetto “Scuola senza zaino”, il metodo d’insegnamento d’avanguardia che consente ai ragazzi di Ma, soprattutto, la nuova scuola sarà una scuola sicura, pensata come edificio strategico in caso di sisma.


Più in particolare il progetto prevede due blocchi. Accanto al blocco principale costituito da due piani fuori terra in cui troveranno collocazione l’atrio di ingresso, le dieci aule (cinque per piano) orientate a sud est e affacciate sull’ampio giardino interno ed i relativi laboratori e attività collettive, come mensa, biblioteca, sala insegnanti e servizi igienici, si affianca quello secondario, costituito da un piano fuori terra in cui troveranno collocazione la palestra, oggetto di un finanziamento del GSE.La realizzazione della nuova scuola elementare sarà anche l’occasione per attuare un intervento di complessiva riqualificazione dell’intera area urbana di quartiere.