Marted́ 21 Maggio13:13:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket giovanile, i Crabs Under 15 eliminati nella fase Interzona di Livorno

Nel difficile girone i biancorossi battuti da Olimpia Milano, Stamura Ancona e Alfa Omega Roma

Sport Rimini | 12:31 - 13 Maggio 2019 Un time out della squadra Under 15 Crabs Un time out della squadra Under 15 Crabs.

Il cammino dei Crabs Under 15 d'Eccellenza si ferma a Livorno, nella fase Interzona. Un  Concentramento composto da squadre valide. 

OLIMPIA MILANO  – BASKET RIMINI CRABS 54 – 88 (7 – 17, 21 – 37, 31 – 67)

Crabs: Tombetti 9 (3/5, 1/4, 0/0), Stella 7 (1/1, 1/1, 2/2), Romani 3 (0/0, 1/1, 0/0), Purboo 9 (2/8, 1/2, 2/2), Tengueu 7 (3/5, 0/0, 1/2), Zaccaria 0 (0/0, 0/0, 0/0), Sovera 4 (2/5, 0/1, 0/0), Baldisserri 7 (3/6, 0/1, 1/2), Baietta 2 (1/5, 0/0, 0/0), James 2 (1/13, 0/0, 0/0), Abati 0 (0/1, 0/0, 0/0), Kimekwu 4 (2/3, 0/0, 0/0). All: Montanari, Firic.

Si sapeva che Milano sarebbe stato l’avversario più ostico di tutto il girone, e così è stato. La squadra lombarda ha dimostrato tutte le sue qualità in ogni partita, battendo tutte le avversarie e stabilendosi comodamente al primo posto del Concentramento. Contro la squadra più forte servivano i migliori Granchi della stagione, invece un James sottotono, doppia doppia di media durante la Fase Regionale, non riesce a dominare come al solito il pitturato e Milano fa sua la gara senza troppe difficoltà. In una partita complicata sono i giocatori usciti dalla panchina a dare forza e coraggio alla squadra: Baldisserri (7 punti), Stella (7 punti), Tengueu (7 punti) e Kimekwu.

BASKET RIMINI CRABS – STAMURA BASKET ANCONA 57 – 61 (12 – 15, 28 – 25, 35 – 48)

Crabs: Tombetti 13 (2/6, 3/6, 0/0), Stella 2 (1/4, 0/1, 0/0), Romani 3 (0/2, 1/3, 0/0), Purboo 11 (4/6, 0/4, 3/4), Tengueu 4 (2/3, 0/2, 0/0), Zaccaria 0 (0/0, 0/0, 0/0), Sovera 8 (1/4, 1/2, 3/4), Baldisserri 2 (1/2, 0/2, 0/5), Baietta 2 (1/1, 0/2, 0/0), James 12 (4/8, 0/0, 4/8), Abati 0 (0/1, 0/0, 0/0), Kimekwu 0 (0/2, 0/0, 0/4). All: Montanari, Firic.

Partita molto equilibrata fra i Crabs e la prima classificata del Girone Marche. In avvio è Ancona a partire in vantaggio riuscendo a chiudere la prima frazione in vantaggio di 3 punti. Nel secondo quarto i Granchi prendono il sopravvento e all’intervallo il risultato è +3 a favore dei ragazzi di Montanari. Dagli spogliatoi rientra una sola squadra: Ancona mette a segno un parziale da 7 a 23 e senza troppa fatica indirizza la partita. Nell’ultimo quarto si vede una reazione volenterosa da parte dei biancorossi, che non riescono ad uscire vincitori dal campo ma diminuiscono al minimo la differenza canestri con buone chance, vincendo l’ultima gara contro la squadra romana, di posizionarsi seconda nel girone conquistando un posto per le Finali Nazionali.

BASKET RIMINI CRABS – ALFA OMEGA BASKET ROMA 54 – 62 (16 – 15, 28 – 31, 37 – 43)

Crabs: Tombetti 7 (2/7, 1/8, 0/2), Stella 2 (1/3, 0/0, 0/0), Romani 9 (1/4, 2/7, 1/2), Purboo 0 (infortunio al 1’), Tengeue 7 (2/5, 1/1, 0/0), Zaccaria 0 (0/0, 0/0, 0/0), Sovera 15 (4/7, 2/7, 1/4), Baldisserri 4 (2/5, 0/1, 0/0), Baietta 0 (0/2, 0/0, 0/0), James 10 (3/9, 0/0, 4/6) , Abati 0 (0/0, 0/0, 0/0), Kimekwu 0 (0/1, 0/0, 0/0). All: Montanari, Firic.

Era l’ultima partita del concentramento, e nonostante le due sconfitte i Crabs avevano ancora una possibilità di qualificarsi per le Finali Nazionali: bastava vincere di 9 punti e il cammino sarebbe proseguito. Invece arriva una sconfitta di misura, con molto rammarico per una partita comandata per larghi tratti.

Arrivati alla terza partita in tre giorni, le forze fisiche e la lucidità mentale hanno iniziato a venir meno, ma nonostante tutte le difficoltà sono proprio i biancorossi a chiudere in vantaggio il primo quarto, nonostante già dal primo minuto Coach Montanari debba rinunciare a Purboo per un problema alla caviglia. Le due formazioni continuano a rispondersi colpo su colpo con sorpassi e controsorpassi per tutta la seconda e la terza frazione. Alla fine del terzo quarto i biancorossi devono fare a meno anche di Sovera (anche per lui un problema alla caviglia), e i punti da recuperare negli ultimi 10 minuti sono 6. Nell’ultimo quarto servirebbe una forte reazione di squadra, ma la stanchezza sale sempre di più e la compagine laziale può festeggiare e proseguire nel proprio cammino.