Giovedì 12 Dicembre18:02:02
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Due incidenti in poche ore, il Comune di Rimini: 'servono più autovelox e vista red'

Spiega una nota da palazzo Garampi: 'solo grazie a questi strumenti inflessibili si può abbassare il numero delle violazione al codice della strada e quello degli incidenti stradali

Cronaca Rimini | 12:51 - 11 Maggio 2019 L'investimento in via Caduti di Marzabotto venerdì pomeriggio L'investimento in via Caduti di Marzabotto venerdì pomeriggio.

Due incidenti stradali sono avvenuti nelle ultime ore a Rimini. Venerdì pomeriggio una donna 27enne incinta, al quarto mese di gravidanza, è stata investita mentre stava attraversando le strisce pedonali su via Caduti di Marzabotto. Poco dopo le 24 un 44enne è uscito di strada, in via Orsoleto, schiantandosi contro un albero. Prognosi riservata per entrambi i feriti, ricoverati in codice di massima gravità in ospedale. L'amministrazione comunale di Rimini in una nota ricorda che il numero degli incidenti stradali è in diminuzione, ma questo non basta. Gli incidenti sono spesso provocati da comportamenti imprudenti: mancato rispetto dei limiti di velocità, passaggio con il rosso ai semafori, sorpassi imprudenti.  Da palazzo Garampi indicano il rimedio: autovelox e vista red, "perché è solo grazie a questi strumenti inflessibili e operanti 24 ore su 24 che, assieme all'attività sul campo degli operatori della Polizia municipale e delle altre forze dell'ordine, potrà essere possibile presidiando continuamente le aree stradali nevralgiche, continuare ad abbassare il numero delle violazione al codice della strada e conseguentemente quello degli incidenti stradali". Il Comune di Rimini ha inoltrato domanda per l'installazione di nuovi rilevatori elettronici di velocità nei punti richiesti esplicitamente e con formali richieste da cittadini e residenti, oltre a un sistema per il rilevamento automatico delle infrazioni semaforiche sulla Superstrada di San Marino all'intersezione con via della Gazzella. I ritardi burocratici imputabili ad Anas hanno però prodotto quello che l'amministrazione comunale definisce "un inaccettabile ritardo".