Sabato 07 Dicembre11:30:30
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio 1a Cat: Emanuele Semprini, la saracinesca del Novafeltria. Nei playoff pronto alla rivincita

I gialloblu domenica sfidano il Sant'Ermete nella semifinale: 'lo scorso anno rammarico per la sconfitta, ma grande stagione'

Sport Novafeltria | 18:23 - 09 Maggio 2019 Emanuele Semprini, portiere del Novafeltria Emanuele Semprini, portiere del Novafeltria.

di Riccardo Giannini

Durante le partite del Novafeltria, è consuetudine sentire la voce di una tifosa gialloblu urlare: "Vai Meme". Meme è Emanuele Semprini, ruolo portiere, un ragazzo a cui non piace apparire, ma che con le sue parate e i suoi interventi è spesso determinante per i successi della squadra, anche quest'anno in lotta per la promozione attraverso i playoff. Come gli eroi nell'immaginario collettivo, arriva al momento giusto per togliere tutti dai guai. Ecco perché quel "Vai Meme" ha una valenza ancor più significativa.

Classe '88, Semprini da due anni difende i pali del Novafeltria e domenica ritroverà il Sant'Ermete, la squadra nella quale ha militato prima di passare in gialloblù, ma soprattutto Vandi, il portiere con il quale si è diviso le presenze in quel campionato: "E' sempre particolare e dà molti stimoli ritrovare i ragazzi con cui ho giocato, a prescindere che sia tratti di playoff. Con Vandi sono sempre andato d'accordo: inizialmente eravamo in tre, siamo rimasti io e lui ci siamo alternati. E' un portiere validissimo". 

A Novafeltria Semprini è arrivato su richiesta dell'allenatore Achille Fabbri, che lo aveva già avuto con sè a Coriano: "Mi ha convinto lui, due anni fa, parlandomi di questo progetto. Ci ho pensato poco: già il fatto che mi proponesse questa cosa, era a garanzia della serietà del progetto, pur non conoscendo la realtà Novafeltria". In rosa ha trovato giocatori importanti, come Amantini e Muratori, ma è tutto il gruppo che ha impressionato l'estremo difensore riminese: "Ci sono tanti compagni che sono d'esempio, chi per le capacità tecniche, chi per il grande impegno profuso anche in ogni minuto d'allenamento". Compagni di squadra che, a loro volta, sanno di poter contare su un portiere di grande affidabilità,  dall'ottimo piazzamento, dallo stile pulito e senza fronzoli, coraggioso nelle uscite basse: "Ho sempre cercato di dare il 100%, a volte si sbaglia, poi nel mio ruolo l'errore è sempre evidente. Ma penso di aver fatto buone prestazioni, magari anche nei momenti in cui i risultati ci giravano le spalle". Grande tifoso del Milan, idolo calcistico il brasiliano Alisson del Liverpool, Semprini vorrà riscattare non solo le due sconfitte della regular season con il Sant'Ermete, ma anche cancellare il ricordo della bruciante sconfitta nella finale playoff con il Vis Misano: "Tuttavia ammetto che la scorsa stagione è stata per me molto positiva, forse il ricordo più bello della mia carriera. La sconfitta finale è stata un rammarico, ma essere premiato come il miglior portiere del girone H mi ha dato una grande soddisfazione". Non lo chiediamo, perché la risposta è scontata: Meme è sicuramente pronto a rinunciare al bis in cambio della promozione del Novafeltria. Ma vincere i playoff parando un rigore al 90' darebbe a quel "Vai Meme" un sapore dolcissimo e indimenticabile.