Marted́ 21 Maggio06:14:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Villa Verucchio, Alessandro Giovanardi racconterà le bellezze dell’arte del Trecento riminese

Al centro della serata il grande affresco nella Chiesa del Convento di un anonimo maestro riminese allievo di Giotto

Eventi Verucchio | 11:23 - 09 Maggio 2019 Affresco del Trecento presente nella Chiesa del Convento di Villa Verucchio Affresco del Trecento presente nella Chiesa del Convento di Villa Verucchio.

Per la prima volta, anche una ‘trasferta’ in notturna per “I Maestri e il Tempo”. Il prossimo incontro della rassegna culturale curata da Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini e dalla Biblioteca Gambalunga si svolgerà venerdì 10 maggio alle 21.00 presso la Chiesa del Convento Francescano di Santa Croce, a Villa Verucchio.
 
A intervenire in questa eccezionale cornice serale sarà il curatore della rassegna Alessandro Giovanardi (Storico e critico d’Arte, Issr di Rimini, San Marino e Montefeltro), sul tema “Il ‘codice’ francescano della Passione. Il Trecento riminese a Villa Verucchio”. Un’affascinante chiacchierata sui protagonisti del Trecento riminese, formati alla ‘scuola’ di Giotto, e sulle loro splendide opere artistiche, all’interno di un luogo che – già da sé – è grande patrimonio culturale e artistico.
 
“Al centro della serata, il grande affresco del Trecento presente nella Chiesa del Convento – anticipa Alessandro Giovanardi, relatore e curatore della rassegna culturale “I Maestri e il Tempo” – una bella Crocifissione di un anonimo maestro riminese allievo di Giotto. Parlerò anche del grande e splendido Dossale (una pala d’altare lignea, a fondo oro e dipinta a tempera) di Giovanni Baronzio, anch’egli eccelso pittore riminese del Trecento, molto influenzato dalle raffinatezze bizantine e gotico-adriatiche. Queste opere sono un “codice” di tutti i sensi e i significati possibili della Passione: un imponente “libro” mistico-simbolico squadernato per immagini”.
 
A coloro che parteciperanno sarà fatto omaggio, fino ad esaurimento scorte, del raro volumetto monografico de “L’Arco”, Speciale Giovanni Baronzio, con saggi di Daniele Benati, Massimo Medica e Alessandro Giovanardi.
Al termine dell’incontro sarà offerto un piccolo rinfresco.
 
La rassegna “Parole e immagini: per i 400 anni della Biblioteca Gambalunga”, curata da Alessandro Giovanardi e Oriana Maroni, è patrocinata dall’Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna e dall’Ufficio Scolastico Riminese che, con il MiUR, riconosce la partecipazione al ciclo come crediti per la formazione del personale docente.
Il ciclo “I Maestri e il Tempo” si svolge grazie al contributo di Centro Stampa Digitalprint e Momogenico.