Giovedý 21 Novembre00:38:43
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Settant'anni di attività in centro a Rimini: premiato il negozio di giochi Brigliadori

Roberto, figlio dello storico titolare Giorgio, racconta: 'volevo fare l'archeologo'. Oggi vende anche giocattoli antichi

Attualità Rimini | 17:24 - 08 Maggio 2019 Emporio Brigliadori in via Gambalunga a Rimini Emporio Brigliadori in via Gambalunga a Rimini.

di Riccardo Giannini

L'emporio Brigliadori, celebre negozio di giocattoli e di collezionismo di Rimini, è stato premiato dal Rotary Club con il premio alle professioni per l'anno 2019. Un riconoscimento, consegnato giovedì scorso al Grand Hotel di Rimini, arrivato nel 70esimo anno di attività: il negozio fu aperto nel 1949 in via Tempio Malatestiano da Giorgio Brigliadori e dalla moglie Luciana, per poi trasferirsi in via IV Novembre e infine in via Gambalunga, attuale sede.

"Un momento molto emozionante per tutta la nostra famiglia, un regalo molto bello, soprattutto per mia madre. A lei e a mio padre dobbiamo tutto questo: sono partiti da zero in questa avventura imprenditoriale, 70 anni fa", racconta Roberto Brigliadori, che oggi gestisce il negozio con la madre e con la sorella Patrizia. 

Roberto ha iniziato a lavorarvi a 18 anni, per poi diventarne il titolare negli anni '90, dopo che il padre Giorgio aveva accusato dei problemi fisici. "In realtà da piccolo volevo fare l'archeologo - rivela divertito - anche se ovviamente, da bambino, il negozio era un paradiso, 'saltavo' da uno scaffale all'altro e facevo man bassa". Da archeologo, studioso di antichità, a commerciante di giocattoli. Moderni, ma anche vintage, veri pezzi di antiquariato ludico: "In negozio oggi tra le rarità abbiamo un automobile in metallo della Meccano Triang, anni '50".

IL BOOM DEI GIOCATTOLI ANNI '80-'90 TRA I COLLEZIONISTI. Negli anni '80-'90 le serie animate venivano prodotte con lo scopo di lanciare sul mercato le relative serie di giocattoli. He-Man and The Masters of the Universe, Transformers, Gi-Joe, Teenage Mutant Ninja Turtles sono alcune di queste serie che hanno spopolato tra i bambini e i preadolescenti di quegli anni. Oggi tra cinema e televisione sono stati riproposti, o saranno riproposti, in versioni "aggiornate". Per appassionare i bambini di oggi, ma strizzando l'occhio ai ragazzi e agli adulti, che un tuffo nel passato lo fanno volentieri e che per questo sono pronti ad aprire il portafoglio, alla ricerca del gioco perduto. "Negli anni '80 e nei primi anni '90 c'è stata un'esplosione di questa cultura pop, ti assicuro che oggi questi giocattoli sono ricercatissimi. C'erano tantissime tipologie di giocattoli e quando si era bambini non tutti potevano permettersi di esaudire i propri desideri. Così i bambini di una volta oggi tornano alla ricerca dei giocattoli che non hanno avuto", spiega Roberto Brigliadori. "La linea dei Masters, che era praticamente infinita, i primi Transformers, ma anche i M.A.S.K. (auto e mezzi da strada che si trasformavano in mezzi da combattimento, guidati da piloti con caschi tecnologici) e Starcom (forze di difesa spaziali che a bordo di astronavi combattevano robot e alieni) sono ricercatissimi oggi". 

MERCATO ONLINE. Il mercato dei collezionisti è molto ampio e l'e-commerce permette di ampliare notevolmente il raggio delle vendite. Emporio Brigliadori cura da tempo con attenzione il servizio on-line e in questi giorni sta rinnovando il proprio sito internet. "Non abbiamo progetti particolari del futuro, continueremo a lavorare con la stessa formula di adesso", racconta Roberto. Passione, competenza, un occhio rivolto al futuro per rimanere sempre aggiornati, un occhio al passato e alle tradizioni, con la consapevolezza che i giocattoli d'oggi diventeranno il desiderio degli adulti di domani: "Ti posso assicurare che la maggioranza delle persone, quando cresce, ricerca i giochi di infanzia. Il desiderio e la voglia di tornare bambini, per degli istanti, c'è sempre. Ti assicuro che già negli anni '70 gli adulti venivano ad acquistare i giochi di quando erano bambini".