Domenica 19 Maggio15:03:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Via Euterpe come un circuito di Formula 1, Audi sfreccia a 126 km/h

Una Citroen C3 ha invece viaggiato sui 106 km/h in pieno giorno nella zona dell'ospedale

Cronaca Rimini | 13:49 - 08 Maggio 2019 L'Audi pizzicata a viaggiare a 126 km/h L'Audi pizzicata a viaggiare a 126 km/h.

Quasi 9000 violazioni registrate dagli autovelox di Rimini nei primi quattro mesi del 2019. Il "record" è stato registrato alle 22.30 di un giorno d'aprile dal dispositivo installato in via Euterpe: 126 km/h per un'Audi bianca. Qualche settimana prima un altro automobilista era sfrecciato sulla strada alla velocità di 121 km/h. Una Citroen C3 invece si è fermata a 106 km/h, ma in pieno giorno, nel primo pomeriggio di un giorno di gennaio in via Settembrini, vicino all'ospedale. Casi eclatanti, ma rispetto agli anni precedenti le violazioni dei limiti di velocità riscontrate sono in calo: 44.563 nel 2016, 11.157 nel 2017, 10.357 nel 2018, 8.925 nel 2019.

SANZIONI. Per i tre conducenti, come per chiunque superi di oltre 60 km/h i limiti massimi di velocità, è scattata la sanzione amministrativa, che comprende il pagamento di una somma da euro 829 a euro 3.316, come recita il codice della strada all’art. 142 - 9-bis. A questa consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da sei a dodici mesi, nonché la decurtazione di 10 punti sulla patente.

IL COMMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE. “Si tratta di alcuni casi limite ma che confermano nuovamente la necessità, se mai ve ne fosse bisogno, di dotare alcuni luoghi cittadini particolarmente sensibili di strumenti efficaci e rigorosi di deterrenza e controllo. Obiettivo prioritario è quello di aumentare l’effetto deterrenza in particolare per quelle infrazioni del codice stradale che rischiano di avere esiti più tragici e dolorosi per i cittadini coinvolti. E’ anche per questo che, ascoltando le richieste che da più parti sono indirizzate all’Amministrazione comunale, sarà valutato l’incremento anche su altre zone della città di questi strumenti di controllo e sicurezza.”