Mercoledý 26 Giugno20:24:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Oggi l’audizione in Senato sul distacco dalle Marche dei Comuni di Montecopiolo e Sassofeltrio

Il Presidente Santi: sareste i benvenuti ma sappiate che non si risolvono i problemi passando da una provincia all'altra

Attualità Sassofeltrio | 17:10 - 07 Maggio 2019 Palazzo Madama Palazzo Madama.

Nella giornata odierna è in corso, presso la Commissione Affari Costituzionali del Senato, l’audizione informale relativa al disegno di legge sul distacco dei Comuni di Montecopiolo e Sassofeltrio dalla Regione Marche e la loro aggregazione alla Regione Emilia-Romagna.

Il Presidente della Provincia di Rimini, Riziero Santi, nel suo intervento in commissione ha espresso pieno rispetto per l’esito dei referendum popolari che hanno chiesto il distacco dei Comuni di Montecopiolo e Sassofeltrio dalla Regione Marche e la loro aggregazione alla Regione Emilia-Romagna, comprendendo però al contempo e rispettando le posizioni di chi, nelle istituzioni e fra i cittadini, ha lottato e lotta per mantenere i due comuni nelle Marche e alla Provincia di Pesaro-Urbino.

Santi ritiene fondamentale che la decisione venga composta e trovata nell’ambito dell’iter istituzionale, cercando il pieno accordo fra le istituzioni coinvolte. "La Provincia di Rimini e la Romagna sono terre ospitali e qualora l’iter dovesse condurre infine all’aggregazione alla Regione Emilia-Romagna dei due Comuni, questi saranno i benvenuti, come già lo furono dieci anni fa i sette Comuni dell’Alta Valmarecchia", spiega Santi, che però lancia un monito: "non sono però i passaggi da una Regione o da una Provincia ad altre che risolvono i problemi di un territorio e determinano il loro sviluppo e l'efficienza dei servizi, e di questo bisogna essere tutti consapevoli".

"Gli enti locali vivono un momento di grande difficoltà che va affrontata con un processo di riforme capace di dare certezze economiche e punti di riferimento chiari e vicini ai territori", chiosa il presidente Santi.