Sabato 17 Agosto14:08:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Avvocati penalisti in sciopero a Rimini: 'no al populismo giudiziario'

Le nuove leggi, spiega la Camera Penale di Rimini, rischiano di introdurre la presunzione di colpevolezza

Attualità Rimini | 12:31 - 07 Maggio 2019 Avvocato (foto di repertorio) Avvocato (foto di repertorio).

La Camera Penale di Rimini aderisce all'agitazione indetta dalla Unione delle Camere Penali Italiane, che culminerà con la astensione dalle udienze per le giornate di mercoledì 8, giovedì 9 e venerdì 10 maggio. In una nota, il Direttivo Camera Penale di Rimini spiega che la protesta è finalizzata a lanciare "il grido d'allarme rispetto all'ondata di interventi legislativi ispirati al populismo giudiziario, caratterizzati dall’inasprimento generalizzato delle pene e l’arretramento delle garanzie dell’imputato".

In particolare, " l’obiettivo della certezza della pena viene, infatti, rincorso attraverso binari che non garantiscono i risultati promessi ed introducono un surrettizio principio della presunzione di colpevolezza, vietato dalla Costituzione repubblicana". 

Nel pomeriggio di mercoledì 8 maggio, prima giornata di astensione, si terrà nell’aula Falcone-Borsellino del Tribunale di Rimini il convegno organizzato dalla Camera Penale di Rimini e Consiglio dell'Ordine Avvocati sugli argomenti della protestam dal titolo “Il diritto penale massimo, tra efficientismo della pretesa punitiva e crisi delle garanzie” al quale sono stati invitati a partecipare anche i magistrati. 

Interverranno illustri esponenti del mondo accademico come il Prof. Vittorio Manes della Università di Bologna, il Prof. Daniele Negri della Università di Ferrara ed il Prof. Enrico Amati della Università di Udine i quali potranno autorevolmente commentare i più recenti provvedimenti legislativi.