Marted́ 21 Maggio03:09:16
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, Boabay cerca la sua sirena, aperti i casting per la stagione estiva 2019

Selezioni domenica 26 maggio al bagno 54 di Rimini, candidature via email

Turismo Rimini | 12:13 - 07 Maggio 2019 Parco acquatico Boabay Parco acquatico Boabay.

“A che fortuna vivere insieme in fondo al mar! In fondo al mar” canta la  giovane Ariel, sirenetta figlia del potente re del mare Tritone nel noto film della Disney. 

Ed è proprio di una Sirenetta dalle caratteristiche anche disneyane che Boabay, l’Aquapark galleggiante nel mare di Rimini, è in cerca per la stagione estiva 2019. 

Where's my beauty mermaid? Un annuncio un po’ particolare che sa di Riviera, di sole, di mare e di divertimento. La candidata ideale deve avere un’età compresa tra i 18 e i 27 anni, essere socievole e social, dotata di ottima acquaticità -in grado di nuotare con la monopinna - e disponibile nei week-end dei mesi di luglio e agosto.

La Mermaid abbigliata da perfetta sirena, con una splendida e sinuosa pinna, accoglierà gli ospiti di Boabay all’info-point, per poi tornare nel suo elemento naturale, l’acqua. Da qui, comodamente adagiata su uno degli isolotti di Boabay e “armata” di GoPro e smartphone, racconterà per immagini e storie la vita del parco galleggiante e dei suoi “abitanti” sui social.

Al via da lunedì il Casting. Le interessate possono inviare il proprio profilo all’indirizzo mail mermaid@boabay.it . Le candidate saranno selezionate nella giornata di domenica 26 maggio alle ore 11.00 presso lo stabilimento balneare 54 di Rimini.  

La Sirena è un’immagine iconografica già utilizzata in passato da Rimini e Riccione e in generale da tutte le località balneari della nostra regione per comunicare ai turisti.

Lo testimoniano le “Sirene di carta” apparse fin dagli inizi del ‘900 nelle vie delle due città, agli ingressi degli stabilimenti balneari e nelle cartoline “per affascinare” i turisti. Artisti famosi come Dudovich, Martelli, Alinari, Romoli, Argo e, nel 2010 Francesca Ghermandi nel manifesto di Rimini, si sono cimentati in tale senso ottenendo fra l’altro ottimi risultati. Lo stesso Ferruccio Farina ha pubblicato “Le Sirene dell’Adriatico” un volume edito da Federico Motta Editore che raccoglie i riti e i miti balneari nei manifesti pubblicitari dal 1850 al 1950.