Lunedý 20 Maggio11:32:51
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ginnastica Artistica, campionato nazionale, ottavo posto per la Polisportiva Celle Rimini

Rimangono le prime sei classificate, le atlete escono dalla B a testa alta e in punta di piedi

Sport Rimini | 06:41 - 07 Maggio 2019 Carlotta Semprini, Chiara Bezzi Carlotta Semprini, Chiara Bezzi.

La squadra femminile della Polisportiva Celle, rientrata quest'anno in serie B come 11a, termina con un 8° posto il campionato di Ginnastica Artistica maschile e femminile di serie A e B a Firenze con una gara fantastica dove lo spirito, il livello tecnico e la grinta si sono fatti notare.

Le ginnaste scese in campo in questa ultima tappa sono state: Aurora Cocco, Chiara Bezzi, Carlotta Semprini, Alba Ricci, Agnese Giacchi e Viola Berdini.

Per loro non è stato sufficiente sfoderare gli artigli in questa trasferta toscana (dove la squadra non ha praticamente fatto errori ed è giunta 6a), per rimanere in gioco in un campionato che è chiaramente alla loro portata, ma dove solo le prime 6 classificate su 12 rimangono in B. L'ottava posizione le fa uscire a testa alta e in punta di piedi, con la voglia di riprovarci nello stesso modo in cui hanno finito.

Sabato a seguire è andata in scena la gara di serie A2 dove la Polisportiva Celle ha schierato, tesserati per altre società, i suoi portacolori Matteo Morini, Alessandro Petroncini e Thomas Grasso.

Matteo e Alessandro hanno preso parte al campionato con la squadra del Romagna Team, che dopo l'eccellente terzo posto della prima tappa, si guadagna la salvezza in questo campionato concludendo quinta. I nostri ginnasti hanno contribuito a questo ottimo risultato concludendo buoni esercizi soprattutto nel loro attrezzo di punta, la sbarra. 

In contemporanea Thomas Grasso gareggiava con il body della Nardi Juventus di Porto San Giorgio, che quest'anno si è rivelata non troppo fortunata a causa dell'infortunio del ginnasta di punta, nonchè atleta nazionale Matteo Levantesi.

A causa di ció nelle ultime due gare Thomas ha gareggiato in ben 5 attrezzi, presentando proprio in quest'ultima tappa nuove difficoltà elevate al corpo libero e al volteggio.