Domenica 26 Maggio02:23:13
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

I deejay degli anni 70 in Fiera a Rimini, da Mozart a Coccoluto

Tanti gli eventi collaterali e gli appuntamenti con i grandi professionisti del settore

Attualità Rimini | 08:42 - 06 Maggio 2019 Dj Mozart ritira il premio Dino D’Arcangelo assegnato dalla Baia degli Angeli Dj Mozart ritira il premio Dino D’Arcangelo assegnato dalla Baia degli Angeli.

E' in corso la 4° edizione di Music Inside Rimini, la fiera di Italian Exibition Group dedicata all’industria della musica professionale, italiana ed internazionale, che si tiene fino a martedì 7 maggio. Tanti gli eventi collaterali e gli appuntamenti con i grandi professionisti del settore.
 
La ‘Baia degli Angeli’ si aggiudica la prima edizione del Premio Dino D’Arcangelo
La ‘Baia degli Angeli’ si aggiudica la prima edizione del Premio dedicato a Dino D’Arcangelo, il celebre giornalista di La Repubblica, scomparso nel 2000, autore della rubrica ‘Tenera è la notte’. Ed è proprio questo il titolo del ciclo d’incontri condotti da NicoNote e Pierfrancesco Pacoda – a cura di Doc Servizi – dedicato alla club culture. A ritirare il premio Claudio Rispoli, meglio conosciuto come ‘Mozart’ (nella foto allegata), storico dj che negli anni '70 ha animato le serate alla consolle della famosissima cabina-ascensore della ‘Baia’. “Avevamo il gusto di fare qualcosa di diverso”, racconta ‘Mozart’, “quindi più nuovo e più fresco, allora c’erano tutti i presupposti perché ciò avvenisse, come forse si stanno creando di nuovo adesso per un futuro”.
Pierfrancesco Pacoda, tra i maggiori esperti di club culture e musica in Italia, sottolinea l’importanza di questa dedica a D’Arcangelo: “grazie a lui, per la prima volta, un giornale importante come La Repubblica ha iniziato a occuparsi della vita notturna e del clubbing. Dino era uno che stava fino alla chiusura del locale perché voleva capire, parlava con le persone, con i dj, con i gestori. E veniva fuori un affresco mai retorico della vita notturna. Potrei raccontare tanti episodi, Dino ha sempre mostrato coraggio nello scoprire nuovi talenti”.
 
Claudio Coccoluto e Alex Neri: i grandi dj oggi al MIR
Al Mir, per la prima volta, lo storico deejay, Claudio Coccoluto (vedi foto allegata), che si pronuncia sulla fiera e ricorda i suoi inizi: “Sin da bambino, nel negozio di mio padre, ero in contatto con i dischi, poi sono arrivate le radio libere negli anni ’70 dove mi sono inserito subito, da quelle il passaggio alle discoteche e, nel frattempo – sorride – sono passati 35 anni. Noi abbiamo vissuto un’epopea d’oro dell’industria musicale e sono colpito positivamente dal primo impatto qui in fiera. Adesso bisogna puntare sull’aspetto comunicativo e raccontare al mondo che il modo di fare impresa nell’intrattenimento in Italia è ineguagliabile”. E ai nuovi deejay del ventunesimo secolo dice: “La chiave è l’unicità, la personalità. E’ giusto seguire i modelli, poi bisogna distaccarsi e crearne uno proprio perché siamo editori di noi stessi”.
Anche il dj Alex Neri spende belle parole sul MIR, e consiglia ai giovani di unire la bravura e la professionalità a un’efficace comunicazione di se stessi sui social.
 
Da Zero a Elio e le Storie Tese: in fiera il chitarrista Davide Civaschi
Entusiasmo anche per il workshop di Davide Civaschi, alias Cesareo, famoso chitarrista, compositore e membro fondatore di Elio e le Storie Tese, che ha ripercorso i momenti salienti dei suoi 30 anni di esperienza e di “coerente follia”. Nel suo curriculum Cesareo può vantare anche un primato: è infatti il primo chitarrista italiano ad essere scelto come endorser ufficiale da Ibanez, rinomato brand di chitarre e bassi, che a lui ha dedicato il modello RGTH57 Cesareo. (Vedi foto allegata)
 
È donna la vincitrice del contest “Jingle4Mir”
Finalissima oggi per il “Jingle4Mir”, il contest ideato da Music Inside Rimini e dedicato ai producer del domani. La vincitrice è una ragazza di 22 anni, Arianna D’Angelo, residente a Pretoro (provincia di Chieti), scelta in una rosa di 10 finalisti. La giuria tecnica, composta da importanti nomi del settore quali Claudio Tozzo - dj e speaker radiofonico - e i dj Fabio B. e i fratelli Parisi, ha giudicato la sua demo come la traccia musicale più in linea con lo stile della manifestazione. La ragazza, giovanissima cantautrice e chitarrista, ha motivato così la scelta di partecipare al concorso: “È stata una sfida personale”, racconta Arianna, “mossa dalla mia grande passione per il mondo del dj set. Volevo mettermi alla prova in una nuova veste musicale. Sono fiera del traguardo che sono riuscita a raggiungere”. Il jingle sarà la sigla ufficiale dell’edizione 2020 della manifestazione

I deejay degli anni 70 in Fiera a Rimini, da Mozart a Coccoluto - Foto 1
I deejay degli anni 70 in Fiera a Rimini, da Mozart a Coccoluto - Foto 2
I deejay degli anni 70 in Fiera a Rimini, da Mozart a Coccoluto - Foto 3