Marted́ 21 Maggio13:50:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riapre la storica pizzeria del Corso a Novafeltria grazie a due giovani intraprendenti

Il barman Daniele Mobiglia, 37 anni, ha trovato un valido compagno di viaggio nel giovane cuoco Massimiliano Rossi, 23 anni

Attualità Novafeltria | 06:43 - 06 Maggio 2019 La preparazione della pizza La preparazione della pizza.

La storica Pizzeria del Corso di Novafeltria riapre i battenti lunedì 6 maggio, grazie allo spirito di iniziativa di due giovani che hanno voluto mettersi in gioco come imprenditori, in un periodo di crisi che scoraggia gli investimenti, soprattutto nelle realtà più periferiche. Il barman Daniele Mobiglia, 37 anni, ha trovato un valido compagno di viaggio nel giovane cuoco Massimiliano Rossi, 23 anni, che ha lavorato in uno dei locali più noti dell'Alta Valmarecchia, l'osteria "La corte di Berengario" di San Leo. L'idea di rilevare la storica attività di pizza al taglio, aperta nell'aprile 1987, è nata tra chiacchiere legate al calcio, una passione in comune per i due soci. "Si parlava di calcio, del più e del meno, ho detto a Massimiliano che volevo aprire un'attività mia, volevo mettermi alla prova, per vedere se riuscivo a fare qualcosa lavorando in proprio e non da dipendente e lui ha voluto far parte di questa avventura", racconta Daniele, per tutti "Mobo". A marzo i due soci hanno acquistato la pizzeria, Massimiliano ha affinato le sue doti da chef seguendo corsi di formazione specifici, ma anche Mobo ha studiato per diventare un abile pizzaiolo. Ricevendo qualche consiglio e qualche "dritta" da un amico di vecchia data, il sammarinese Marco Casali, NIP (Nazionale Italiana Pizzaioli) World Master Chef. "L'impasto della pizza lo lasciamo maturare tra le 48 e le 72 ore e lo stendiamo rigorosamente a mano, come la azdore romagnole. Non useremo strutti, anche i vegani potranno mangiare la nostra pizza", racconta un emozionato Daniele, alla vigilia dell'inaugurazione, in programma lunedì 6 maggio alle 18. La farcitura di pizze, cassoni e hamburger sarà preparata con prodotti a km 0, in particolare la carne e i salumi della "Bottega della Carne Celli", un produttore di eccellenza a livello internazionale. Daniele, che è molto conosciuto in zona per i suoi trascorsi da animatore, vocalist e attore con la compagnia "L'undicesimo comandamento", ha voluto aggiungere anche un pizzico di creatività fuori dalla cucina: nomi particolari alle pizze (la "single" con una farcitura, la "sposata" con doppia farcitura, "l'amante" con tripla farcitura), per regalare un sorriso al cliente, oltre a deliziarne il palato. E a proposito di creatività, il logo dell'attività è stato disegnato da Jody Boschetti, in arte Jodypinge, talentuoso writer, illustratore e pittore novafeltriese. La ricetta per vincere la crisi: tradizione, creatività, le eccellenze del territorio, ma soprattutto il coraggio e la voglia dei giovani che vogliono far crescere il proprio territorio e stimolarne la ripresa dal punto di vista economico.

Riapre la storica pizzeria del Corso a Novafeltria grazie a due giovani intraprendenti - Foto 1
Riapre la storica pizzeria del Corso a Novafeltria grazie a due giovani intraprendenti - Foto 2
Riapre la storica pizzeria del Corso a Novafeltria grazie a due giovani intraprendenti - Foto 3
Riapre la storica pizzeria del Corso a Novafeltria grazie a due giovani intraprendenti - Foto 4
Riapre la storica pizzeria del Corso a Novafeltria grazie a due giovani intraprendenti - Foto 5