Giovedý 22 Agosto18:06:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio Eccellenza, il Cattolica ospita il Granamica: serve la vittoria per la griglia playout

Agli spareggi salvezza possibile sfida con Sanpaimola o col Faenza: si gioca alle ore 16,30

Sport Cattolica | 16:15 - 04 Maggio 2019 Il tecnico del Cattolica Alberto Angelini Il tecnico del Cattolica Alberto Angelini.

Ultima partita utile solo per definire la griglia dei play out per il Cattolica, che ospita al “Calbi” (domenica ore 16,30) un Granamica che con i suoi 45 punti non ha più nulla da chiedere a questo campionato. I giallorossi invece con i loro 36 punti sono certi di partecipare agli spareggi salvezza, ma devono scoprire con chi se la dovranno vedere e se potranno godere o meno dei benefici dovuti ad un migliore piazzamento in classifica rispetto agli avversari.

“Noi cercheremo di vincere la partita di domani perché ci farebbe bene dal punto di vista del morale, ma soprattutto perché la griglia dei play out diventa fondamentale – attacca il tecnico dei giallorossi, Alberto Angelini -: chi chiude avanti oltre al fattore campo ha il vantaggio del doppio risultato. Anche se una nostra vittoria potrebbe non bastare: in caso di vittoria del Sanpaimola in casa della Virtus Castelfranco sarebbero gli imolesi a piazzarsi meglio. Se invece dovessimo fare nostri i tre punti con il Granamica ed il Sanpaimola non dovesse vincere giocheremmo la partita di play out in casa con il Sanpaimola o con il Faenza, con il quale in caso di arrivo a pari punti abbiamo il vantaggio degli scontri diretti favorevoli”.

Che partita si aspetta al “Calbi” domenica?

“Mi auguro sia una partita divertente. È chiaro che le motivazioni che abbiamo noi sono diverse: noi dobbiamo vincere, loro si devono divertire. Speriamo di portare a casa i tre punti anche perché è da un po' che non vinciamo e ci farebbe bene al morale in vista dello spareggio”.

All'andata il Granamica si impose con un rotondo 4-0. 

“È stata la partita in cui stavamo attraversando il peggiore momento della stagione, con giocatori che se ne andavano, giocatori che arrivavano e giocatori che non sapevano se sarebbero rimasti. Credo sia stata l'unica partita in cui abbiamo perso nettamente sia sul piano del risultato che del gioco. Avevamo fatto veramente male sotto tutti i punti di vista”.

Tutta la rosa è a disposizione, anche se mister Angelini dovrà evitare rischi che possano compromettere la partecipazione di alcuni suoi giocatori alla gara decisiva.

“Sulla carta i ragazzi sono tutti a disposizione. Faremo scelte attente, anche in prospettiva della gara della domenica successiva. Se c'è qualche giocatore con qualche problema fisico lo lasceremo a riposo. Per esempio Scoccimarro, che la settimana scorsa ha rimediato un pestone ed è tornato in gruppo solo giovedì, potrebbe non essere della gara. Abbiamo anche due diffidati, Ceramicoli e Bacchiocchi, e dobbiamo valutare bene se rischiarli perché in caso di giallo salterebbero il play out. Metteremo comunque in campo la formazione migliore, anche perché se pensassimo che gli altri ci possano regalare qualcosa partiremmo già con il piede sbagliato. Del resto abbiamo una rosa di venti giocatori bravi e motivati, problemi sotto quest'aspetto non ne dovremmo avere”.