Marted 23 Luglio23:20:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Si spaccia per il fratello: era uno clandestino espulso dal territorio per i suoi precedenti penali

L'uomo è stato arrestato dalla Polizia nei pressi della stazione ferroviaria di Rimini

Cronaca Rimini | 12:24 - 04 Maggio 2019 Auto della Polizia (foto di repertorio) Auto della Polizia (foto di repertorio).

Fermato per un controllo, nei pressi della stazione ferroviaria di Rimini, ha dato le generalità del fratello 48enne. Un cittadno tunisino è stato arrestato dalla Polizia nel primo pomeriggio di venerdì 3 maggio: dalle verifiche in Questura, è emersa la sua reale identità e soprattutto i numerosi precdenti penali per reati contro il patrimonio, la persona e in materia di stupefacenti. Per questo il Prefetto di Rimini aveva emesso un provvedimento di espulsione nei suoi confronti (ottobre 2018) e il Questore di Bari ne aveva disposto l'allontanamento dal territorio italiano.  Il nordafricano è stato così arrestato per false dichiarazioni a pubblico ufficiale sull'identità personale e denunciato per inottemperanza a ordine di allontanamento dal territorio italiano. Prima degli accertamenti, aveva più volte confermato le false generalità fornite al controllo agli agenti, che però non si sono lasciati ingannare.