Mercoledý 26 Giugno20:25:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: "La Settima Arte", il via con la mostra a Castel Sismondo

Il regista David Lynch ha creato e selezionato opere in omaggio a Federico Fellini

Eventi Rimini | 20:26 - 03 Maggio 2019 David Keith Lynch regista, produttore cinematografico e musicista statunitense David Keith Lynch regista, produttore cinematografico e musicista statunitense.

Apertura internazionale con la mostra “David Lynch Dreams - A Tribute to Fellini”, a Rimini in anteprima nazionale da oggi al 14 luglio (Castel Sismondo 3-5 maggio e Galleria Primo Piano 11 maggio -14 luglio).
L’esposizione, curata dalla Fondation Fellini pour le Cinéma di Sion, è composta da 12 litografie che il grande cineasta e artista ha creato in esclusiva per rendere omaggio all’ultima scena del film 8 ½ di Federico Fellini, e da 12 disegni di quest’ultimo scelti dallo stesso Lynch fra quelli della collezione della Fondation Fellini.
In questa serie straordinaria di stampe emerge chiaramente l’ammirazione di Lynch per Fellini: i visitatori possono ammirarle nella suggestiva atmosfera malatestiana di Castel Sismondo, futura sede del museo Fellini.
Opere artistiche che permetteranno al pubblico di conoscere Lynch in una veste diversa da quella del regista dallo stile visivo enigmatico e surreale, celebre per lavori come Cuore selvaggio, Velluto blu, Mulholland Drive e Twin Peaks.
Realizzate a Los Angeles e stampate presso Item Editions a Parigi, un laboratorio storico di litografie dove hanno lavorato Picasso e Matisse, le opere simboleggiano i valori artistici che richiamano la potenza d’ispirazione del genio di Federico Fellini. Uniti dal loro incredibile talento e stile, messi al servizio della Settima Arte, Fellini e Lynch sono uniti da un percorso di scoperta del mondo dei sogni e dell’inconscio. Una vera affinità artistica ed intellettuale come rivelano le parole dello stesso Lynch: “Fellini è stata una grande fonte di ispirazione per me, e apprezzo molto La strada e 8 ½ - ma in realtà li amo tutti e, ancora, perché tutti sono un mondo, adoro i personaggi, l'atmosfera e quell'elusivo ‘je ne sais quoi’ che emerge da ciascuno dei suoi film”.
 
Prende così il via il ricco programma con 60 eventi in 3 giorni. Dopo la prima giornata anche sabato 4 maggio avrà in scaletta molti appuntamenti.
A La Settima Arte arriverà Paolo Mereghetti, celebre ideatore dell’omonimo dizionario del cinema, che incontrerà il pubblico alle 18.30 al cinema Fulgor.
Per gli appassionati di effetti speciali ci sarà Victor Pérez regista, produttore, sceneggiatore e artista di effetti speciali premiato ai David di Donatello 2019. Pérez terrà due masterclass a cura di Giometti Cinema  (alle 10.30 al Multiplex Le Befane e alle 16.30 al Fulgor). Il costume nell’immaginario collettivo è il titolo della masterclass che il costumista Carlo Poggioli terrà a Castel Sismondo alle ore 11.

La cineteca di Rimini ospiterà (ore 18) l’incontro, a cura di VisionER Festival, “Kiss Kiss Bang Bang Ovvero come affrontare la filiera cinematografica e uscirne vivi”, moderato da Filippo Cesari e con Cristiano Brignola (sceneggiatore), Lorenzo Colonna (sceneggiatore), Davide Montecchi (regista), Elisa Giardini (produttrice), Franco Bocca Gelsi (produttore), Carlo Bugli (distributore). A Castel Sismondo (ore 18.30) si parlerà di cinema e architettura nel dialogo Studio Azzurro su pellicola a cura di Ines Tolic (Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita) con Fabio Cirifino e Leonardo Sangiorgi di Studio Azzurro. Molte le anteprime: tra queste la versione restaurata di No Maps on My Taps  di George Nierenberg e RBG di Julie Cohen (ore 21 al Fulgor). www.lasettimarte.it