Mercoledý 17 Luglio09:12:23
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cinque anni dalla scomparsa di Guerrina Piscaglia, la famiglia chiede i danni

Pronti a chiedere maxirisarcimento alla Chiesa, la donna manca da casa dal primo maggio 2014

Attualità Pennabilli | 08:38 - 01 Maggio 2019 padre Gratien Alabi padre Gratien Alabi.

Scomparsa di Guerrina Piscaglia, la famiglia pronta a chiedere un risarcimento alla Chiesa. La richiesta, secondo quanto riportato dal Corriere di Arezzo, è partita tramite i legali del marito e del figlio della donna, scomparsa cinque anni fa, il primo maggio 2014 da Cà Raffaello. Una richiesta di risarcimento che potrebbe aggirarsi intorno al milione di euro rivolta alla Curia di Arezzo e all'Ordine dei Premostratensi al quale appartiene padre Gratien Alabi, condannato in Cassazione per la morte della donna.

I legali della famiglia ritengono che la Chiesa debba risarcire il gravissimo danno fatto da uno dei suoi sacerdoti durante lo svolgimento dell'attività pastorale. Secondo gli avvocati il religioso avrebbe commesso il reato durante l'esercizio della sua attività di parroco.

Padre Gratien è in carcere, condannato a 25 anni e continua a negare di essere il responsabile della scomparsa di Guerrina.