Giovedì 22 Agosto19:09:38
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Quarantatre maratone e non è ancora stanco, Giacomo correrà anche la 100 km del Passatore

A colloquio con il riminese che nella vita di tutti i giorni fa l'agente di Polizia stradale

Sport Novafeltria | 05:54 - 05 Maggio 2019 Giacomo Alessi "Geki" Giacomo Alessi "Geki".

Per la terza volta parteciperà alla 100 km del Passatore, storica ultra maratona che si svolgerà sabato 25 maggio, con partenza da Firenze e arrivo a Faenza. Giacomo Alessi, originario di Novafeltria e di professione agente di Polizia Stradale, è un appassionato podista iscritto al Maciano Team Runners. Si sta allenando intensamente per affrontare la storica gara, giunta alla sua 47esima edizione (la prima edizione è del 1973), intitolata alla popolare figura del folclore romagnolo, il Passatore, alla quale partecipano 3000 corridori. Partenza alle 13 da Firenze e tempo limite 20 ore per raggiungere il traguardo di Faenza Nel 2017 Alessi è arrivato 235esimo, l'anno dopo 225esimo: "I primi 250 sono tutti top runner, anche se ovviamente quest'anno spero di riuscire a migliorare il piazzamento, nonchè il tempo di percorrenza", racconta "Geki" (così lo soprannominano familiari, amici, i colleghi della Polizia Stradale e del Novafeltria Calcio, società della quale è dirigente), che due anni fa riuscì a completare il percorso in dieci ore e 51 minuti, il suo miglior tempo. "In realtà il vero obiettivo è riuscire a finirla", sorride Giacomo nel raccontare la sua scelta di prendere parte alla competizione: "E' una gara storica, l'ho sempre seguita, all'inizio mi sembrava una cosa impossibile. Invece ci sono riuscito. Correre di notte è bellissimo, con le persone che aspettano, fuori dalle case e dai bar, per applaudirti". 

IL PODISTA "CHIACCHIERONE". Quest'anno Alessi sarà accompagnato nell'impresa dall'amico Massimiliano Romualdi, che lo seguirà in bici sul percorso, portando tutto il necessario: le barrette da mangiare, magliette di ricambio e il ki-way, indispensabile in caso di pioggia. Ma soprattutto farà compagnia al podista: "Avere uno di fianco è fondamentale, io sono uno che parla tanto: lo scorso anno sono stato un'ora al telefono con mia moglie", racconta divertito Geki. 

PASSIONE PODISMO. Giacomo Alessi, un passato da calciatore nei campionati dilettanti, appese gli scarpini al chiodo dodici anni fa per dedicarsi interamente al lavoro e alla famiglia. Nel 2013 però iniziò ad appassionarsi al podismo, migliorando le proprie performance di gara in gara. In sei anni ha partecipato a 43 tra maratone e ultramaratone. Quest'anno è già a quota sette. Ogni settimana si allena sei-sette giorni, percorrendo circa 500 km al mese. Ma per prepararsi alla ultramaratona non segue nessun programma alimentare specifico: "Mangio le barrette, per il resto mangio e bevo liberamente. E' forse la mia pecca, ma è più forte di me, alla buona tavola non dico di no". Non possiamo certo biasimarlo: le tradizioni romagnole vanno rispettate.