Venerd 19 Luglio01:59:14
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ottocentomila euro per mettere in sicurezza la "briglia" sul Marecchia a Ponte Verucchio

Già a maggio il via ai lavori del Consorzio di Bonifica della Romagna per il ripristino delle condizioni di sicurezza

Attualità Verucchio | 14:59 - 30 Aprile 2019 Stefania Sabba, sindaco di Verucchio Stefania Sabba, sindaco di Verucchio.

A dieci anni dal precedente importante finanziamento e in attesa di reperire le risorse per una risoluzione definitiva della situazione, la Regione Emilia Romagna stanzia 850.000 euro per mettere in sicurezza la cosiddetta “briglia” franata all’altezza di Ponte Verucchio. 

Il Comune di Verucchio annuncia l’imminente avvio dei lavori a cura del Consorzio di Bonifica di Romagna, proprietario e gestore della traversa ammalorata. 

L’amministrazione di Verucchio tiene monitorata la situazione costantemente ed è in continuo contatto con gli organi preposti con i quali esiste una collaborazione positiva e consolidata.

Dalle consistenti piene dell’ottobre 2017 si è assistito alla progressiva asportazione di tutto il materiale protettivo posto a valle dello sbarramento che ha determinato in tal modo l’innesco dei di fenomeni di sifonamento al piede e conseguente crollo di una parte della platea di dissipazione in c.a. a seguito dell’esondazione di febbraio 2018.

I lavori progettati dal Consorzio di Bonifica della Romagna nell’aprile 2018 e finanziati dalla Regione Emilia Romagna per 850.000 euro (di cui 500.000 euro dalla programmazione delle opere di bonifica e 350.000 euro dai fondi di protezione civile) e con il contributo del soggetto gestore dell’impianto di produzione idroelettrica presente in loco, partiranno a giugno 2019 e termineranno presumibilmente a ottobre dello stesso anno. Consisteranno nella stabilizzazione del dissesto in sponda destra della Traversa Marecchia ad uso irriguo, e avranno l’obiettivo di mettere in sicurezza l’opera danneggiata e le aree adiacenti per evitare crolli e/o danneggiamenti alle opere limitrofe, tra le quali canali irrigui consorziali, una centralina con turbina per la produzione di energia elettrica ma anche garantire la stabilità del Ponte sulla SP 14 che collega Verucchio e Poggio Torriana. 

“Siamo grati alla Regione Emilia Romagna ed al Consorzio di Bonifica per la risposta alle nostre preoccupazioni sollevate da tempo e ribadite alla fine del 2017 e inizio 2018” dichiara l’Amministrazione comunale di Verucchio “Siamo però consapevoli che questo intervento non rappresenta la soluzione definitiva della problematica in essere che continueremo a chiedere a gran forza, anche come componenti del Tavolo Tecnico del Contratto di Fiume Marecchia, il quale inserisce la soluzione alle criticità di Ponte Verucchio tra le opere urgenti e  prioritarie.”

“E’ stato un percorso non facile - afferma Roberto Brolli presidente del Consorzio di Bonifica della Romagna - quello intrapreso per arrivare a questo primo intervento. La difficoltà nel reperimento delle risorse ha reso complicata ed ha condizionato anche l’attività di progettazione svolta dal Consorzio. E’ comunque un primo passo importante ed una concreta risposta alle esigenze del territorio e dei cittadini utenti. Ringrazio pertanto tutti gli attori intervenuti e la struttura consortile per aver fattivamente contribuito a questo importante risultato”.

"Le opere hanno un'importanza straordinaria perché garantiranno di raggiungere due risultati importanti: la nuova briglia contribuirà ad evitare l'abbassamento del letto del Marecchia, fondamentale per la stabilità del ponte sulla strada provinciale Santarcangiolese, e dal punto di vista irriguo assicurerà la fornitura acqua necessaria per la coltivazione di circa 2.300 ettari - afferma l'assessore regionale Paola Gazzolo. - Le risorse rilevanti sono un territorio della regione, per rispondere ai danni delle ultime ondate di maltempo: si sono inoltre già svolti i rilievi topografici e si sta avviando l'aggiornamento del quadro conoscitivo per procedere alla progettazione dei futuri interventi necessari alla sistemazione definitiva della traversa".