Marted 17 Settembre11:43:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tentata rapina con coltello alla gola, commesso fugge e chiama il 113

Inseguiti ed arrestati nei pressi del piazzale della stazione. E' avvenuto nel pomeriggio di lunedì

Cronaca Rimini | 20:34 - 29 Aprile 2019 Il negozio di telefonia di piazzale Cesare Battisti a Rimini Il negozio di telefonia di piazzale Cesare Battisti a Rimini.

Tentano il “colpo” in un negozio di telefonia di piazzale Cesare Battisti, a Rimini, beccati, tentano la fuga e vengono bloccati e arrestati dagli agenti della Polizia di Stato. E’ avvenuto nel pomeriggio di lunedì. Erano circa le 16 e 30 quando in due, con i volti parzialmente travisati da sciarpe nere, hanno fatto irruzione nell’esercizio al grido di “questa e’ una rapina!’’ all’indirizzo della titolare, alla quale hanno puntato al collo un coltello, ripetendo più volte “dacci i soldi se no ti ammazzo!’’.

Un commesso presente in negozio, resosi conto della situazione, e’ riuscito a fuggire in strada, da dove ha chiamato la polizia. La donna, che nel frattempo si trovava con una lama puntata al collo, ha avuto la prontezza di divincolarsi allontanando il rapinatore: questo, vista la piega che la situazione stava prendendo, si è dato alla fuga insieme al complice.

Una volta sul posto, gli agenti hanno raccolto informazioni circa la descrizione dei rapinatori e immediatamente diramato le ricerche, riuscendo ad intercettare i due malviventi e bloccarli poco lontano, nei pressi del piazzale della stazione.

I due uomini, due 40enni di origine campana, entrambi con numerosi precedenti per reati contro la persona e il patrimonio, sono stati quindi condotti in Questura e tratti in arresto per tentata rapina pluriaggravata.