Sabato 24 Agosto10:11:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ecco i nomi dei vincitori del premio Confindustria Romagna Cinema e Industria

Il riconoscimento fa parte della manifestazione "La Settima Arte - cinema e industria"

Attualità Rimini | 14:18 - 29 Aprile 2019 La presentazione dell'edizione 2019 de La Settima Arte La presentazione dell'edizione 2019 de La Settima Arte.

A Paolo Del Brocco (Amministratore delegato di Rai Cinema) il premio cinema e industria ad honorem. A Daniele Ciprì ( regista, sceneggiatore, direttore della fotografia, montatore e docente) il premio artistico. A Gian Luca Farinelli (direttore della Cineteca di Bologna) il premio alla distribuzione dedicato alla memoria di Gianluigi Valentini. A Matteo Rovere (regista e sceneggiatore, il più giovane produttore italiano ad essersi aggiudicato il Nastro d’argento) il premio alla produzione. Infine a Valentina Taviani (costume designer) il premio al contributo tecnico.

Sono queste le eccellenze della filiera del cinema italiano, i vincitori della prima edizione del premio Confindustria Romagna Cinema e Industria, il riconoscimento istituito nell’ambito della manifestazione “La Settima Arte – Cinema e Industria” ideata ed organizzata da Confindustria Romagna, Khairos srl (Cinema Fulgor e Cinema Settebello di Rimini), università Alma Mater Studiorum Bologna (dipartimento Scienze per la Qualità della Vita) di Rimini, con la collaborazione del Comune di Rimini.
Un riconoscimento che mira a premiare non solo il prodotto dell’ingegno, ma la persona e i talenti che ogni giorno contribuiscono a dare lustro all’industria del cinema. La Settima Arte nasce proprio per raccontare e fare conoscere l’industria del cinema e del fare cinema. Il premio è dedicato alla memoria del riminese Gianluigi Valentini, uomo di cultura che aveva trovato nel cinema la sua passione e socio fondatore della casa distributrice Wanted Cinema, particolarmente attenta alle produzioni indipendenti. È inoltre un omaggio alla sua persona e al suo sguardo professionale, rivolto al futuro e alla valorizzazione dei nuovi talenti.

I vincitori sono stati selezionati dalla giuria presieduta da Pupi Avati e composta da Francesco Adriano De Micheli, produttore cinematografico, amministratore delegato di Anica servizi e amministratore unico della Dean Film, che ha all’attivo pellicole come c’eravamo tanto amati, I nuovi mostri, Profumo di donna e il remake Scent of a Woman che valse ad Al Pacino l’Oscar come miglior attore protagonista; Marco Leonetti, responsabile della Cineteca di Rimini; Roy Menarini, docente di "Cinema e industria culturale", Campus di Rimini - Università di Bologna; Gianfranco Miro Gori, storico del cinema; Stefano Pucci, imprenditore.

Le premiazioni nella cerimonia del 5 maggio al teatro Galli di Rimini in uno dei momenti culminanti della manifestazione che si svolgerà dal 3 al 5 maggio in vari luoghi della città: Castel Sismondo, Teatro Galli, Cineteca di Rimini, Biblioteca Gambalunga, Campus di Rimini, Cinema Fulgor, Cinema Settebello, Multiplex Le Befane-Giometti Cinema, Cinema Tiberio, Galleria Primo Piano, formami. La serata sarà presentata dal giornalista e conduttore Franco Di Mare e vedrà la partecipazione di Laura Morante e di Pupi Avati che quest’anno celebra i 50 anni di carriera.
L’inizio venerdì 3 maggio con l’inaugurazione della mostra “David Lynch. Dreams – A Tribute to Fellini”, l’esposizione che sarà a Rimini in anteprima nazionale fino al 14 luglio (Castel Sismondo e Galleria Primo Piano). In mostra 11 litografie realizzate dal grande cineasta e artista contemporaneo per rendere omaggio all’ultima scena del film 8 ½ di Federico Fellini, insieme a 12 disegni di quest’ultimo scelti dallo stesso Lynch tra quelli della collezione della Fondazione Fellini di Sion. Fra gli ospiti  sono attesi Paolo Mereghetti, il più importante critico cinematografico italiano curatore del celebre omonimo Dizionario del Cinema; Carlo Poggioli, costumista di The Young Pope e Loro di Sorrentino; Victor Pérez, regista, produttore, sceneggiatore e artista di effetti speciali vincitore del David di Donatello per Il ragazzo invisibile – Seconda Generazione di Gabriele Salvatores. Incontreranno il pubblico anche i vincitori del premio Cinema e Industria Daniele Ciprì nella masterclass “La luce anima della narrazione visiva” e Matteo Rovere in occasione della proiezione del suo film Il primo re.

Più di 60 gli appuntamenti in programma, tutti gratuiti, con mostre, rassegne (quelle dedicate a David Lynch e Avati Horror), proiezioni ed omaggi (a Marcello Mastroianni e a Henri-Georges Léon Clouzot). Inoltre anteprime, visite guidate, momenti musicali, presentazioni di libri, appuntamenti dedicati ai giovani e alle scuole.

Il programma è realizzato con la collaborazione di 22 partner culturali: amarcort Film Festival, Biblioteca Gambalunga, A. Bacci promotore editoriale, Capsula Cinematica, Cinemagister, Cinema Tiberio, Cineteca di Bologna, Cineteca di Rimini, Festival Cartoon Club, FICE Federazione Italiana Cinema d’Essai Emilia-Romagna,
Fondation Fellini pour le Cinéma Sion (Svizzera), Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, Galleria Primo Piano, Giometti Cinema, Institut Français Italia, Mare di Libri, Meclimone Produzioni Cinematografiche, Ordine degli Architetti di Rimini, Ragazzi e Cinema Festival, Studio Azzurro, visioner Festival, Wanted Cinema.

Il programma completo qui.