Venerdý 06 Dicembre19:52:02
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Moto, CIV: al Mugello successi di Pirro (SBK), Spinelli (Moto3), Cruciani (SS600) e Rovelli (SS300)

Secondo posto per Zannoni in Moto3 di cui è leader della classifica.

Sport Rimini | 23:09 - 28 Aprile 2019 Michele Pirro in gara Michele Pirro in gara.

Al Mugello in Moto3 Nicholas Spinelli (Oscar Performance Honda) vola sull’acqua del Mugello. L’ex campione italiano ha condotto dall’inizio alla fine una gara dichiarata wet, andando a trionfare con oltre 4 secondi di vantaggio sui suoi avversari. Dietro di lui battaglia per il secondo posto tra i due alfieri del team di Davide Giugliano, con Kevin Zannoni che è riuscito ad avere la meglio sul suo compagno Nicola Carraro (TM). Sfortuna per Lorenzo Bartalesi. Il pilota dello SKY Junior team VR#46 non al meglio fisicamente perché reduce dall’infortunio del primo round di Misano, era in seconda posizione salvo incappare in una scivolata all’ultimo giro. In classifica generale Zannoni è in testa con 95 p. davanti a Spinelli con 58 p. e Surra (out per una caduta in gara) con 56 p.

SBK Cambiano le condizioni, soprattutto atmosferiche, ma a vincere è sempre Michele Pirro. Il tester Ducati ha trionfato anche domenica al Mugello in una gara bagnata, dove il pilota Ducati Barni Racing ha tagliato il traguardo con oltre 22 secondi di margine sugli inseguitori. Firmando la 4 vittoria di fila all’ELF CIV. Dietro Pirro seconda posizione per la Yamaha MotoXRacing di Axel Bassani, primo podio stagionale per lui con la lotta per la terza posizione conclusasi solo al fotofinish a favore della Ducati Motocorsa di Riccardo Russo, bravo ad avere la meglio sulla Yamaha di Agostino Santoro. In classifica generale Pirro è in vetta con 100 p. davanti a Cavalieri (out in gara) con 60 p. e Savadori (13°) a 48 p.

Gara rocambolesca in SS600. Interrotta una prima volta dopo pochi giri per bandiera rossa (causata da caduta Hobelsberger) e ripartita con una nuova griglia di partenza, dalla quale erano esclusi alcuni piloti perché, come da regolamento, avevano fatto meno del 75% dei giri rispetto al pilota in testa al momento dell’esposizione della rossa. La nuova gara ripartita veniva interrotta di nuovo per bandiera rossa (causata da caduta di Cruciani, Renzi Corsi Kawasaki) con Massimo Roccoli (Rosso Corsa Yamaha) che transitava per primo sotto la bandiera a scacchi seguito da Luca Bernardi (Gas Racing Yamaha), Kevin Manfredi (Team Rosso e Nero Yamaha) e Filippo Fuligni. Non avendo però i primi 4 piloti tagliato il traguardo all’esposizione della rossa, come da regolamento, la classifica veniva rivista, con il risultato finale aggiornato al giro precedente l’esposizione. Con la vittoria che andava quindi a Cruciani seguito da Roccoli e Bernardi. In classifica generale Roccoli è in testa con 81 p. seguito da Gabellini a 66 p. e Mercandelli a 43 p. 

Gara complicata in SS300. Condizioni meteo variabili e manche dichiarata wet pochi attimi prima della partenza, con cambio gomme in griglia. Alla fine è stato Filippo Rovelli (Parking GO Team Kawasaki) a portarsi a casa la vittoria, con un allungo decisivo negli ultimi metri su Emanuele Vocino  (Gradara Corse Yamaha) e Tom Edwards a chiudere il podio, inseguito a breve distanza da Marc Luna (CM Racing Kawasaki) e Grianti (Geko Bike Factory Yamaha). In classifica generale Rovelli è in testa con 83 p. seguito da Vocino con 60 p. e da Luna con 53 p.