Marted 18 Giugno18:17:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio Eccellenza, il Cattolica di scena domenica ad Argenta: obiettivo tre punti

A due partite alla fine la salvezza diretta è ancora possibile anche se difficile. Out Casolla

Sport Cattolica | 14:48 - 27 Aprile 2019 Il tecnico del Cattolica Alberto Angelini Il tecnico del Cattolica Alberto Angelini.

La sconfitta interna con il Corticella di due settimane fa ha reso quasi impossibile la strada del Cattolica verso la salvezza diretta. I giallorossi domani (domenica, calcio d'inizio alle ore 15:30) andranno a far visita ad un'Argentana che invece grazie al blitz dell'ultimo turno in casa della Copparese è salita a quota 40, cinque punti più in su dei rivieraschi, portandosi in una posizione decisamente più tranquilla quando mancano 180 minuti alla fine della regular season.

“Noi adesso non dobbiamo guardare più niente – attacca il condottiero del Cattolica, Alberto Angelini -, dobbiamo cercare di fare una buona prestazione, giocare al massimo e portare a casa punti, poi vedremo i risultati degli altri campi per fare una “botta di conti”. Noi adesso dobbiamo solo pensare a continuare in questo nostro percorso di crescita, al di là della sconfitta subita nell'ultima partita. Avverto un grande senso di responsabilità da parte dei giocatori. Le premesse sono buone, adesso manca il verdetto del campo”.

Si ragiona già in ottica play out?

“Io no, ancora no. Sono curioso di vedere la classifica domani sera se dovessimo vincere. Non penso per gli altri sia così semplice come potrebbe apparire. Se domani saremo bravi secondo me potremmo avere ancora qualche speranza di evitare gli spareggi. Tutto passa da una nostra vittoria perché è inutile fari calcoli sugli altri se non riesci a vincere. Ma non escludo niente perché se dovessimo vincere nella lotta play out sarebbero coinvolte di nuovo squadre che oggi pensano di avere già raggiunto l'obiettivo. Nell'ultima giornata ci sono partite interessanti”.

Il tecnico del Cattolica si augura che l'Argentana giochi la gara senza troppi tatticismi.

“Noi con tutte le squadre che hanno cercato di giocare a viso aperto abbiamo fatto ottime prestazioni. Quando una squadra si chiude troviamo invece maggiori difficoltà. Sono convinto che domani faremo una buonissima gara: ci presenteremo ad Argenta in ottime condizioni sia fisiche che mentali perché la squadra comincia a liberarsi da questo peso del risultato, consapevole che il risultato passa attraverso la prestazione”.

Sull'avversario, che al “Calbi” si impose 1-0 grazie alla rete di Pagani al 33' del primo tempo.

“Ricordo che quando l'abbiamo affrontata all'andata l'Argentana stava molto bene. Ricordo una squadra molto corta, con un 4-4-2 molto ordinato, una squadra che aveva anche un ottimo palleggio. Però evidentemente qualcosa si è rotto anche in casa loro perché poi hanno fatto quasi peggio di noi. Spero che domani saremo bravi a mettere a nudo tutti i loro problemi”.

Mancherà solo Casolla, appiedato dal giudice sportivo.

“Sono tutti a disposizione tranne Casolla, che è squalificato. Ho la possibilità di scegliere tra 18 giocatori di movimento e ho grande fiducia”.