Sabato 07 Dicembre03:16:36
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

La violenza contro le donne non si placa nemmeno nei giorni di festa: denunciato un albanese pregiudicato

Al 27enne era già vietato di avvicinarsi alla ex compagna di 35 anni. L'episodio il 20 aprile

Cronaca Rimini | 17:11 - 26 Aprile 2019 La violenza contro le donne non si placa nemmeno nei giorni di festa: denunciato un albanese pregiudicato

Nei periodi di festa si registra un innalzamento statistico delle conflittualità in ambito familiare e domestico; nemmeno sotto in questi giorni sono mancati episodi in cui l’intervento degli agenti della Polizia di Stato è stato provvidenziale.

Sabato 20 aprile un 27enne di origine albanese, noto pregiudicato alle forze dell’ordine, si è recato presso l’abitazione della ex compagna E.C. di 35 anni, nonostante il divieto di avvicinamento alla stessa emesso dall’Autorità giudiziaria. La sorella della donna, allertata da E.C. terrorizzata dall’appostamento sotto casa dell’ex compagno, ha contattato il 112 per aiutarla. Quando gli operatori di polizia sono arrivati presso l’abitazione della giovane hanno scoperto che era appena giunta un’altra chiamata da parte di un residente dello stesso stabile che, a conoscenza dei vari trascorsi della coppia, confermava quanto esposto telefonicamente dalla sorella della E.C.. Giunti sotto casa i poliziotti notavano M.M. che stazionava a circa 20 metri dall’abitazione della ex compagna e che rivolgeva incessantemente lo sguardo al portone d’ingresso dello stabile.

Accertati i precedenti dell’uomo, verso il quale il 6 aprile scorso il Giudice per le indagini preliminari (Gip) aveva emesso un provvedimento che vietava l’avvicinamento a meno di 200 metri dalla donna, dalla sua abitazione e dal luogo di lavoro della stessa, gli operatori l’hanno allontanato e denunciato all’Autorità giudiziaria.